Prezzo del cotone: Nike e H&M al centro della disputa USA-Cina in corso

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… read more.
on Mar 30, 2021
  • Il prezzo del cotone è stato in ribasso per tutto marzo, vicino al livello di gennaio a 80,32.
  • USA, UK e UE hanno imposto sanzioni alla Cina per le violazioni dei diritti umani nello Xinjiang.
  • I boicottaggi su H&M e Nike hanno causato un calo delle azioni rispettivamente del 2,75% e dello 0,83%.

Il prezzo del cotone rimane in una tendenza al ribasso dopo aver toccato un massimo di 7 anni a fine febbraio. Gli investitori si aspettavano che la produzione agricola fosse una delle commodities che beneficeranno del super-ciclo previsto per definire il 2021 e oltre. Tra gennaio e la fine di febbraio, il prezzo era aumentato di circa il 18%, ma ora è stato in ribasso per un mese. Nella sessione di martedì, il prezzo del cotone era vicino a dove era iniziato all’inizio dell’anno a 80,38.

Prezzi del cotone

Disputa oriente-occidente

La disputa in corso sul cotone tra Cina e paesi occidentali è iniziata nel dicembre 2020, quando il governo di Trump ha vietato le importazioni cinesi. Questo è stato l’approccio adottato dagli Stati Uniti per condannare le presunte violazioni dei diritti umani nella regione cinese dello Xinjiang.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Lo Xinjiang rappresenta l’85% della produzione cinese di cotone. A sua volta, il Regno di Mezzo esporta circa il 40% dei tessuti consumati a livello globale.

Anche l’Unione Europea e il Regno Unito si sono uniti agli Stati Uniti nell’imporre sanzioni alla Cina sulla questione dei diritti umani, attraverso il congelamento dei beni e il divieto di viaggio ad alcuni alti funzionari cinesi. Inoltre, importanti aziende tessili come H&M e Nike hanno presentato le loro preoccupazioni sullo stesso argomento.

Da allora la controversia si è intensificata poiché i cinesi continuano a chiedere boicottaggi su Nike e H&M. Hashtag come “Non meritano il nostro cotone dello Xinjiang!” e “I vestiti H&M sono stracci” sono diventati virali. Inoltre, diverse piattaforme di e-commerce hanno abbandonato H&M poiché diverse celebrità hanno tagliato i legami con le aziende. Di conseguenza, le azioni Nike sono diminuite dello 0,83% a $132,72 mentre H&M è sceso del 2,75% a $199,8.

Per coloro che cercano di investire in commodities, la diatriba oriente-occidente è un altro ostacolo alla ripresa del prezzo del cotone. L’industria tessile è uno dei settori più colpiti dalla pandemia COVID-19.

Grafico tecnico sul prezzo del cotone

Su un grafico di un’ora, il prezzo del cotone viene scambiato al di sotto delle medie mobili esponenziali a 20 e 50 giorni. Al suo prezzo attuale di $80,32, sta trovando supporto lungo il livello psicologico di 80. Dopo essere stato scambiato lateralmente per diverse sessioni, il grafico è piuttosto neutro. Nella parte superiore, è probabile che i prezzi trovino resistenza a $81 prima di spostarsi verso l’alto al prossimo obiettivo di $82,81. Il rovescio della medaglia, i livelli a cui prestare attenzione sono $79 e $77,16.

Prezzo del cotone
Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro