DXY: indice del dollaro USA sotto pressione a causa del calo dei rendimenti dei bond

Scritto da: Crispus Nyaga
Aprile 8, 2021
  • L'indice del dollaro USA è sotto pressione a causa del calo dei rendimenti obbligazionari.
  • È diminuito di oltre l'1% negli ultimi giorni.
  • I membri della Fed si sono impegnati nella politica monetaria dell'allentamento quantitativo.

L’indice del dollaro USA (DXY) è rimasto pressoché invariato poiché il mercato sta ancora assimilando gli ultimi verbali della Fed, l’imminente discorso di Jerome Powell e il calo dei rendimenti delle obbligazioni. Viene scambiato a $92,40, che è leggermente al di sopra del minimo di questa settimana di $92,15.

DXY
Grafico del prezzo DXY

La Fed si impegna a elargire sostegni

Nella sua risposta alla pandemia, la Fed ha abbassato i tassi di interesse a zero e ha lanciato il suo più grande piano di allentamento quantitativo mai approvato. Nella riunione di marzo, i funzionari della banca si sono impegnati a continuare il programma anche se la situazione economica degli Stati Uniti sta migliorando.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’inflazione si avvicina all’obiettivo del 2,0% mentre il tasso di disoccupazione è sceso al 6,0%. La situazione continuerà a migliorare grazie al recente pacchetto di stimoli, a un imminente pacchetto di infrastrutture e alla campagna di vaccinazione.

La situazione mutevole ha spinto i rendimenti obbligazionari al livello maggiore in più di un anno. Questa settimana, il rendimento delle obbligazioni a dieci anni è salito all’1,76% mentre il rendimento a 30 anni è salito al 2,36%. Entrambi sono però diminuiti dopo che la Fed si è impegnata a mantenere le politiche attuali.

Tra qualche ora, l’indice del dollaro reagirà al discorso di Jerome Powell. In esso, probabilmente affronterà la disconnessione nel mercato finanziario, dove si è impegnata in una politica monetaria facile in un momento in cui le azioni stanno toccando i loro massimi storici, il tasso di disoccupazione è in calo e l’inflazione si sta muovendo verso il target del 2,0%. Sarà la sua prima dichiarazione dopo i forti numeri sull’occupazione negli Stati Uniti della scorsa settimana.

L’azione dei prezzi dell’indice del dollaro USA oggi è principalmente dovuta allo yen giapponese e alla corona svedese. Il biglietto verde è sceso di oltre lo 0,25% rispetto alle due valute e ha oscillato rispetto alle altre valute costituenti.

Previsioni sull’indice del dollaro USA

US dollar index
Grafico dell’indice del dollaro USA

Il grafico a quattro ore mostra che l’indice del dollaro ha registrato una forte tendenza al ribasso dopo aver raggiunto un massimo di $93,45 la scorsa settimana. Il DXY è sceso leggermente al di sotto del livello di ritracciamento di Fibonacci del 23,6%. Il pattern Cypher mostra che si trova nella sezione D. Si è anche spostato al di sotto delle medie mobili esponenziali a 25 e 15 giorni. Pertanto, nel breve termine, il DXY potrebbe continuare a scendere poiché i ribassisti puntano al livello di ritracciamento di Fibonacci del 50% a $91,57.