Sainsbury’s in perdita nell’anno fiscale 2021 poiché il COVID-19 alimenta i costi

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Apr 28, 2021
  • Sainsbury's oscilla a £261 milioni di perdite a causa delle interruzioni COVID-19.
  • Il fatturato dell'intero anno della catena di supermercati britannica sale a £29,05 miliardi.
  • Martedì Sainsbury's dichiara 7,4 pence per azione di dividendo finale.

Mercoledì, J Sainsbury plc (LON: SBRY) ha dichiarato di aver concluso l’anno fiscale 2021 con una perdita ante imposte. La società ha riconosciuto la crescita dei propri ricavi, ma è comunque finita in perdita a causa dell’aumento dei costi attribuiti alla pandemia di Coronavirus in corso.

Le azioni di Sainsbury hanno aperto con un rialzo di circa il 4% in borsa mercoledì, ma hanno perso più del 5% nell’ora successiva. Il titolo è ora scambiato a 235 pence per azione rispetto ai 226 pence per azione all’inizio dell’anno.

Sainsbury’s riporta £29,05 miliardi di entrate

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Sainsbury ha riferito £261 milioni di perdita ante imposte per l’esercizio che si è concluso il 6 marzo. Nell’anno fiscale 2020, aveva invece registrato un profitto di £255 milioni. Il consenso di FactSet era che il droghiere avrebbe perso £275,8 milioni nell’ultimo anno. All’inizio di aprile, la rivale Tesco plc ha anche affermato che il suo profitto ante imposte ha subito un duro colpo nell’anno fiscale 2021 a causa delle restrizioni COVID-19.

Con £356 milioni, l’utile ante imposte di Sainsbury nell’anno fiscale 2021 ha registrato un calo del 39% su base annua. L’azienda britannica ha valutato le sue entrate nell’ultimo anno a £29,05 miliardi contro la cifra di un anno fa di una cifra inferiore di £28,99 miliardi. La stima di FactSet per le entrate della catena di supermercati è stato di £29,18 miliardi leggermente superiore.

La società con sede a Londra ha attribuito £485 milioni di costi nell’anno fiscale 2021 alla crisi del COVID-19. Mercoledì, in notizie separate dal Regno Unito, la società mineraria Fresnillo ha pubblicato il suo aggiornamento sulla produzione del primo trimestre.

Lo scorso anno Sainsbury’s ha chiuso quasi invariato in borsa con un calo annuo di circa il 2%. Al momento, la seconda più grande catena di supermercati del Regno Unito ha un valore di £5,22 miliardi.

Sainsbury’s dichiara 7,4 pence per azione di dividendo finale

Il consiglio di amministrazione di Sainsbury ha dichiarato mercoledì 7,4 pence per azione di dividendo finale. Includendo 7,3 pence per azione di un dividendo speciale e 3,2 pence per azione di un dividendo provvisorio, il suo pagamento per l’intero anno è ora pari a 17,9 pence per azione.

Sainsbury’s ora prevede circa £620 milioni di utile ante imposte per l’anno in corso, in anticipo rispetto a quello del 2020 e in linea con le previsioni degli esperti. Mercoledì, il direttore della ricerca di Edison Group, Neil Shah, ha commentato l’aggiornamento finanziario di Sainsbury e ha dichiarato:

“Sebbene le prospettive economiche rimangano incerte, l’allentamento del blocco andrà a vantaggio dei supermercati poiché il traffico tornerà nei negozi, mentre i viaggi consentiti dovrebbero guidare le vendite di carburante che sono state gravemente carenti”.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro