Analisi dei prezzi di Bitcoin (BTC) per il 2021 con la forte adozione crypto

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Apr 29, 2021
  • Aziende come Tesla, Mastercard e Paypal/Venmo hanno adottato le criptovalute.
  • Il prezzo di BTC è aumentato di oltre l'86% dall'inizio dell'anno per la forte adozione.
  • A medio termine, il primo obiettivo al rialzo è la zona di $70.000, seguita da $76.000; supporto a $42.000.

Il prezzo di Bitcoin (BTC) è aumentato di oltre l’86% da inizio anno (YTD) poiché gli investitori si sono mossi a causa della maggiore adozione delle criptovalute e della tecnologia blockchain.

Tesla pioniere di veicoli elettrici e anche dell’adozione crypto

Bitcoin e criptovalute stanno avendo un buon compromesso. È stato difficile stare al passo con le buone notizie, ma la più emozionante è vedere il cambiamento narrativo della finanza tradizionale dal malumore dell’industria delle criptovalute come solo per i cyberpunk o per i riciclatori di denaro.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Ora, aziende come Tesla, Mastercard e Paypal/Venmo vengono accolte e soddisfano le richieste dei clienti. La più grande, la Tesla di Elon Musk, è diventata la prima mega azienda quest’anno ad accettare pagamenti in criptovalute e investire in Bitcoin per diversificare i propri asset.

Alla fine, si è scoperto che Elon Musk è un fan di Dogecoin e lo pubblicizzava su Twitter mentre Tesla compra invece Bitcoin. Come promemoria, Tesla ha annunciato di aver acquistato $1,5 miliardi di Bitcoin per garantire “maggiore flessibilità per diversificare ulteriormente e massimizzare i rendimenti sui nostri contanti”.

Sono stati applauditi per questa mossa dal settore poiché significa che il bitcoin si sta integrando completamente. Tesla ha recentemente annunciato di aver generato più di $100 milioni di profitti dalla vendita di una parte delle proprie partecipazioni in Bitcoin.

“Non ho venduto nessuno dei miei Bitcoin. Tesla ha venduto il 10% delle sue partecipazioni essenzialmente per dimostrare la liquidità di Bitcoin come alternativa alla detenzione di contanti in bilancio”, ha scritto Musk in un tweet.

I colossi finanziari seguono l’esempio

Anche il gigante dell’elaborazione dei pagamenti Mastercard si è mosso per consentire ai suoi clienti di ricevere pagamenti crypto fino alla fine di quest’anno.

L’azienda sta adottando misure per rendere più facile per le persone effettuare transazioni utilizzando valute digitali sicure. “Siamo qui per consentire a clienti, commercianti e aziende di trasferire il valore digitale, tradizionale o crypto, come vogliono. Dovrebbe essere una tua scelta, sono i tuoi soldi”.

Non sorprende che la più forte ondata di adozione delle criptovalute sia stata facilitata dalle società finanziarie. La Bank of New York Mellon, la più antica banca della nazione, si sta rendendo conto che le risorse digitali stanno diventando una parte del mainstream e ha annunciato la creazione di una Digital Assets Unit.

La spinta alla digitalizzazione dei servizi finanziari sta vincendo e stiamo assistendo a immensi progressi e all’inevitabile convergenza tra criptovaluta e banche. “Man mano che i clienti si evolvono, è necessario evolversi con loro”, ha affermato Glenn Schorr, analista di Evercore ISI. “Chi sei per dire: “Nessuno userà le criptovalute?””.

Allo stesso modo, Venmo, società di proprietà di PayPal, considera l’aggiunta di una funzione di criptovaluta per oltre 70 milioni di utenti. Venmo ha detto che sta implementando il servizio dopo aver scoperto che il 30% dei suoi 70 milioni di clienti ha già iniziato ad acquistare criptovalute o azioni, e molti di loro hanno iniziato durante la pandemia.

Livelli di bitcoin da tenere d’occhio nel 2021

Il prezzo del bitcoin è aumentato di oltre l’86% dall’inizio dell’anno poiché gli investitori riflettono una maggiore adozione tra le principali società e attori istituzionali. Ad un certo punto all’inizio di questo mese, il prezzo di BTC ha raggiunto un livello record vicino al segno di $65.000, segnando un movimento di quasi il 100% dall’inizio dell’anno.

Grafico settimanale di Bitcoin (BTC) (TradingView)

Ad aprile, il prezzo di Bitcoin è sceso dell’8,5% dopo aver ruotato al ribasso sulla presa di profitto vicino ai massimi record. È probabile che aprile segnerà la prima chiusura ribassista su base mensile da settembre, quando l’azione dei prezzi è stata scambiata intorno all’handle di $11.000.

Guardando l’arco di tempo da gennaio ad aprile, l’azione dei prezzi ha già ruotato verso il basso per raggiungere la zona di ritracciamento di Fibonacci del 50%. Uno scenario più ribassista per l’azione dei prezzi di Bitcoin presupporrebbe una correzione più profonda a $42.000, dove si trovano la linea di ritracciamento di Fibonacci del 61,8%, così come la linea orizzontale.

Più in alto, la correzione del mercato in corso ci fornisce le linee di estensione di Fibonacci da indirizzare nel caso in cui il mercato diventi rialzista. Il primo obiettivo al rialzo è la zona di $70.000, che offre anche un bel numero tondo per i rialzisti.

Potremmo dirigerci verso la linea di estensione di Fibonacci del 161,8% a $76.000 in uno scenario più rialzista. È probabile che un importante catalizzatore fondamentale, come un’altra grande azienda che accetta Bitcoin o l’approvazione del primo ETF statunitense, spinga il prezzo di Bitcoin al di sopra di questi livelli.

In sintesi

Aubrey Strobel di Lolli, ha riassunto in modo eloquente l’inizio di quest’anno per le criptovalute:

“Nella stessa settimana, la società più progressista del mondo, Tesla, e la banca più antica d’America, BNY Mellon, hanno aggiunto Bitcoin ai loro modelli di business. Non è più una questione di se le istituzioni adotteranno Bitcoin, è una questione di quando succederà. Uno ad uno, gli investitori istituzionali stanno convalidando il valore intuitivo e la logica sottostante dei Bitcoin”.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro