4 punti chiave dal rapporto sugli utili del Q1 di McDonald’s

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Apr 30, 2021
  • McDonald's supera le stime degli analisti per utili e ricavi nel Q1 fiscale.
  • La catena di fast food prevede una crescita di circa il 15% nelle vendite annuali a livello di sistema.
  • Ieri, le azioni di McDonald's hanno aperto in aumento di oltre lo 0,5% in borsa.

McDonald’s Corp (NYSE: MCD) ha pubblicato giovedì il suo rapporto sugli utili per il primo trimestre fiscale che è stato migliore di quanto previsto dagli analisti, nonostante le interruzioni del COVID-19 negli ultimi mesi.

1. Performance finanziaria

McDonald’s ha affermato che il suo utile netto nel primo trimestre è stato di 1,10 miliardi di sterline, il che si traduce in £1,47 per azione. Nell’analogo trimestre dello scorso anno, il suo utile netto è stato limitato a 720 milioni di sterline o £1,05 per azione. Nel trimestre precedente (Q4), McDonald’s aveva registrato un utile netto pari a 1,01 miliardi di sterline.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Su base rettificata, la società di fast food ha guadagnato £1,38 per azione nel Q1. McDonald’s ha generato 3,68 miliardi di sterline di entrate nell’ultimo trimestre rispetto alla cifra di 3,38 miliardi di sterline di un anno fa. Secondo FactSet, gli esperti avevano previsto che la società avrebbe registrato un fatturato di 3,61 miliardi di sterline nel primo trimestre. La loro stima per l’utile per azione rettificato era inferiore, pari a £1,30.

2. Vendite comparabili

Negli Stati Uniti, ha affermato McDonald’s, le sue vendite comparabili nel primo trimestre sono aumentate del 13,6%. Le vendite comparabili globali, d’altro canto, sono aumentate del 7,5% rispetto a una crescita prevista del 4,9%. I mercati internazionali delle licenze di sviluppo, ha aggiunto la società quotata al NYSE, hanno visto un aumento del 6,4% delle vendite al dettaglio, un miglioramento significativo rispetto al calo del 5,3% dello scorso anno.

3. Guidance futura

Sulla scia di una robusta performance trimestrale, giovedì McDonald’s ha alzato la sua guidance per le vendite dell’intero anno a livello di sistema. L’azienda prevede ora una crescita di quasi il 15% delle vendite a livello di sistema quest’anno rispetto a poco più del 10% previsto in precedenza. Le vendite comparabili degli Stati Uniti nel secondo trimestre, secondo quanto dichiarato dalla società con sede a Chicago, supereranno i livelli visti nello stesso trimestre del 2019.

4. Commenti del CFO a “Squawk on the Street” della CNBC

Il CFO di McDonald’s, Kevin Ozan, si è unito a “Squawk on the Street” della CNBC lo scorso martedì. Commentando la guida alle vendite a livello di sistema, il responsabile finanziario ha dichiarato:

“Negli Stati Uniti, abbiamo assistito a un notevole aumento delle vendite digitali e delle consegne. Lo stesso a livello internazionale per le vendite delivery e il drive-thru. Ma a livello internazionale, abbiamo bisogno che i ristoranti aprano perché lì rappresentano una percentuale maggiore delle nostre vendite. Penso che ciò che ha influenzato le nostre vendite sia una combinazione di molte cose accadute nell’ultimo anno. Quindi, non è solo digitale, non è solo il delivery. Ciò che influenza le nostre vendite è anche il menù, e ora abbiamo semplificato il nostro menù, ridotto i tempi di servizio e aumentato l’efficacia del nostro marketing”.

Impatto sul prezzo delle azioni

Giovedì, le azioni di McDonald’s hanno aperto in aumento di più dello 0,5% in borsa e sono attualmente scambiate a un prezzo per azione di £168,70. Al momento, la società ha un valore di 125,77 miliardi di sterline e ha un rapporto prezzo/utili di 37,27.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro