Ecco perché l’oro è lento rispetto al rally delle commodities secondo ETF Trends

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando Faith non… read more.
on Giu 6, 2021
  • Il CEO di ETF Trends osserva che l'oro non ha registrato il drammatico aumento di altre materie prime.
  • La diminuzione della domanda e l'accresciuta popolarità di Bitcoin sono i principali fattori sottostanti.
  • Secondo l'analista, l'oro potrebbe ancora raggiungere il livello psicologico di $2.000 nel prossimo futuro.

L’oro non ha registrato un’impennata drammatica come si è visto in varie altre commodities. Secondo il CEO di ETF Trends, ciò è dovuto alla diminuzione della domanda e alla popolarità del suo rivale digitale: Bitcoin. Tuttavia, il metallo prezioso rimane in una tendenza al rialzo e potrebbe raggiungere il livello psicologico di $2.000 nel prossimo futuro.

Prezzi dell’oro

Dettagli intervista

Durante un’intervista con l’ETF Edge della CNBC, il CEO di ETF Trends, Tom Lydon, ha collegato il calo dell’oro alla diminuzione della domanda. Ha dichiarato: “Le persone non hanno bisogno dell’oro in questo momento, hanno bisogno di tutto il resto”. Secondo l’analista, la domanda si è spostata su altre materie prime come prodotti agricoli, petrolio greggio e metalli di base.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Comprensibilmente, queste commodities sono al centro della ripresa economica dalla pandemia di coronavirus. Ad esempio, l’allentamento delle restrizioni in vari Paesi ha aumentato la domanda di petrolio greggio. Mercoledì, l’EIA ha indicato che le scorte settimanali di petrolio degli Stati Uniti sono diminuite di 5,080 milioni di barili rispetto al prelievo previsto di 2,443 milioni di barili. La cifra è stata anche migliore rispetto al calo della settimana precedente di 1,662 milioni di barili.

Per quanto riguarda i metalli di base come il rame, la riapertura delle economie e i pacchetti di stimolo hanno aumentato la loro domanda. Con i prodotti agricoli, la crescente domanda deriva dalla crescente mandria di maiali in Cina.

Oltre al fattore della domanda, Lydon ha indicato che il trading dell’oro è in fase di stallo a causa dell’aumento dei prezzi. Ha osservato: “Lo stiamo vedendo alle pompe di benzin, lo stiamo vedendo anche nei supermercati”.

Durante la stessa intervista, l’amministratore delegato di WallachBeth Capital, Andrew McOrmond, ha concordato con Lydon sull’impatto di Bitcoin sull’oro. Entrambi gli analisti sono dell’opinione che l’oro abbia perso parte del suo splendore mentre il suo rivale digitale continua a guadagnare popolarità.

Bitcoin vs. oro

BTC/USD è passato da circa $3.851 a metà marzo 2020 a un massimo storico di 65.000 a metà aprile 2021. Durante quel periodo, la valuta digitale è aumentata di circa il 1661,96%. D’altra parte, il prezzo dell’oro è aumentato solo del 16% durante quel periodo. Sebbene entrambi gli asset abbiano mostrato un’elevata volatilità dall’inizio della pandemia di coronavirus, è evidente che la mania per le criptovalute ha avuto un impatto sulla domanda di oro.

Oro vs. Bitcoin

Tuttavia, l’oro rimane in rialzo dopo la correzione prolungata nel primo trimestre del 2021. Il metallo prezioso ha chiuso la sessione di venerdì a 1.891,39 dollari, in rialzo dell’1,11%. Dopo essere riuscito a superare l’importante livello di resistenza di $1.900 verso la fine di maggio, è probabile che estenda il suo rimbalzo nella prossima settimana. Nell’intervista con la CNBC, McOrmond ha notato che mentre il rally dell’oro potrebbe non essere significativamente veloce, è probabile che raggiunga il livello psicologico di $2.000 nel prossimo futuro.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro