NZD/USD vicino al supporto chiave dopo le forti vendite al dettaglio in Nuova Zelanda

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo figlio e… read more.
on Giu 10, 2021
  • Oggi, la coppia NZD/USD si è avvicinata a un livello di supporto chiave.
  • La Nuova Zelanda ha pubblicato forti dati sulle vendite di carte elettroniche.
  • La coppia reagirà ai prossimi dati sull'inflazione statunitense.

Il prezzo NZD/USD è rimasto stabile dopo le vendite al dettaglio relativamente forti della Nuova Zelanda e in vista dei prossimi numeri sull’inflazione negli Stati Uniti. Viene scambiato a 0,7180, che è al di sotto del massimo della scorsa settimana di 0,7318.

NZD/USD
Azione di prezzo NZD/USD

Spese con carta in Nuova Zelanda

L’economia della Nuova Zelanda si sta riprendendo mentre il Paese riapre portando a una maggiore domanda. I dati dell’agenzia di statistica del paese di mercoledì hanno mostrato che le vendite all’ingrosso sono aumentate del 3,7% a N$1,1 miliardi nel Q1. Questo è stato un aumento maggiore rispetto all’aumento dell’1,7% del Q4. Questa crescita è dovuta principalmente all’industria automobilistica e dei componenti che è aumentata del 18%.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Giovedì, i dati hanno mostrato che le vendite di carte sono aumentate del 2,3%, o N$189 milioni a maggio. Su base annua, le vendite di carte sono aumentate del 18,1% dopo essere aumentate del 108% nel mese precedente. I guadagni su base annua provengono da una base bassa poiché il paese ha visto un forte calo delle vendite lo scorso aprile e maggio dello scorso anno a causa della pandemia.

I dati hanno rivelato che le industrie non al dettaglio hanno visto l’aumento maggiore, in aumento del 4,0%. Questo aumento è dovuto principalmente alla riapertura della bolla transman. Pertanto, con l’aumento dei tassi di vaccinazione globali, esiste la possibilità che le vendite continuino ad aumentare poiché il paese inizierà a riaprire agli stranieri vaccinati.

La coppia NZD/USD reagirà in seguito agli ultimi numeri sull’inflazione statunitense. I dati arrivano in un momento in cui i prezzi del gas sono aumentati. Altre materie prime come il legname e il minerale di ferro hanno continuato a crescere, con alcuni di questi costi che sono passati al consumatore.

Gli analisti intervistati da Reuters prevedono che i dati mostreranno che l’IPC principale è aumentato del 4,7% a maggio, mentre il CPI principale è aumentato del 3,2%. L’hacking della Colonial Pipeline, probabilmente, ha avuto un impatto sul CPI poiché i prezzi del gas in alcuni stati sono aumentati vertiginosamente durante quel periodo.

Analisi tecnica NZD/USD

NZD/USD
Grafico tecnico NZD/USD

La coppia NZD/USD si è trovata in un range ristretto nelle ultime settimane. Sul grafico giornaliero, la coppia si trova lungo le medie mobili esponenziali a 25 e 50 giorni (EMA). È anche leggermente al di sopra della linea di tendenza ascendente che collega i livelli più bassi da settembre dello scorso anno. La coppia ha anche formato un pattern head and shoulders. Pertanto, nel breve termine, la coppia probabilmente scenderà al ribasso poiché i trader puntano al successivo supporto psicologico a 0,7000.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro