Gaming chief di Microsoft: 3 miliardi di gamer al giorno d’oggi

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 14, 2021
Updated: Giu 15, 2021
  • L'unità Xbox ha generato $3,6 miliardi di entrate per Microsoft nel Q3 fiscale.
  • La multinazionale statunitense amplia i propri investimenti nel segmento gaming.
  • Microsoft crede in un mercato guidato dai creatori ed è improbabile che prenda una quota del 30%.

L’unità Xbox ha generato $3,6 miliardi di entrate per Microsoft Corp (NASDAQ: MSFT) nel suo ultimo trimestre finanziario. In futuro, tuttavia, il gigante della tecnologia intende portare alcuni o addirittura tutti gli utenti della console nel cloud.

I commenti di Phil Spencer a “TechCheck” della CNBC

Commentando la necessità del cloud gaming e quanto grande potrebbe essere, il gaming chief di Microsoft, Phil Spencer, ha dichiarato a “TechCheck” della CNBC:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Oggi sul pianeta ci sono tre miliardi di persone che giocano ai videogiochi, quasi la metà della popolazione mondiale. È un guadagno da 200 miliardi di dollari, il business è cresciuto a due cifre lo scorso anno. Per continuare a far crescere questo business a quel ritmo, deve riguardare l’accessibilità. Si parla molto di accessibilità della tecnologia ma anche di modelli di business, abbonamenti, giochi finanziati dalla pubblicità: penso che la diversità dei dispositivi e dei modelli di business siano ottimi strumenti per i creatori per continuare a far crescere questo business”.

Spencer ha inoltre sottolineato che Microsoft è una piccola percentuale di quel business da 200 miliardi di dollari, ma è impegnata a crescere più velocemente del mercato. A tal fine, la multinazionale americana sta ampliando i propri investimenti in tre segmenti primari: contenuti, infrastruttura cloud con Azure e la community di Xbox live. Mentre il business del gaming continua a crescere a doppia cifra, gli investimenti di Microsoft, Spencer ha espresso fiducia, la aiuteranno ad assicurarsi una quota più ampia nel mercato.

È improbabile che Microsoft opti per una quota del 30%

Secondo il capo di Xbox, Microsoft crede in un mercato guidato dai creatori che si concentra sulla restituzione di gran parte delle entrate generate ai creatori. L’azienda con sede a Redmond, dunque, difficilmente seguirà le sue orme e prenderà una quota del 30%.

“Sappiamo che il creatore deve essere quello che ha successo nel nostro mercato. Questo è vero nel nostro abbonamento, è chiaramente vero nel nostro negozio. Riteniamo che la democratizzazione di quel contenuto, in modo che venga rilasciato a più persone in modi più diretti dal creatore al consumatore, sia una chiave per noi poiché i creatori di Microsoft sono stati al centro dell’attenzione sin dall’inizio”.

Microsoft ha aperto a $257,80 per azione lunedì e ha chiuso la sessione regolare a $259,89 per azione. Compresa l’azione sui prezzi, il titolo è aumentato di circa il 20% da inizio anno dopo un guadagno annuo di quasi il 40% nel 2020. Al momento, Microsoft ha un valore di 1,95 trilioni di dollari e ha un rapporto prezzo/utili di 35,28 .

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro