Crest Nicholson rileva utile ante imposte nell’H1 dell’anno fiscale 2021

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 24, 2021
  • Crest Nicholson prevede almeno £100 milioni di utile ante imposte rettificato per l'intero anno.
  • Il consiglio di amministrazione dell'impresa ha dichiarato 4,1 pence per azione di acconto sul dividendo.
  • Le azioni di Crest Nicholson hanno aperto in ribasso dell'1% giovedì, ma hanno guadagnato il 7% in seguito.

Crest Nicholson Holdings plc (LON: CRST) ha dichiarato giovedì di essere tornato in utile nel primo semestre fiscale. La società ha espresso fiducia che il mercato immobiliare resterà ancora resiliente dopo la scadenza imposta di bollo del 30 settembre.

Crest Nicholson prevede almeno £100 milioni di utile ante imposte rettificato per l’intero anno

Crest Nicholson ora prevede almeno 100 milioni di sterline di utile ante imposte rettificato quest’anno. La società di costruzioni ha citato la forza del suo portafoglio ordini a termine in quanto ha rivelato che circa il 93% delle entrate dell’intero anno è coperto.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Per la prima metà dell’anno fiscale 2021, Crest Nicholson ha registrato 36,3 milioni di sterline di utile ante imposte rispetto alla cifra dell’anno scorso di 51,2 milioni di sterline di perdita ante imposte. Su base rettificata, l’azienda britannica ha ottenuto 36,3 milioni di sterline di utile ante imposte per il semestre che si è concluso il 30 aprile. Nello stesso periodo dello scorso anno, aveva registrato 4,5 milioni di sterline di utile ante imposte rettificato.

Crest Nicholson ha generato un fatturato di 324,5 milioni di sterline nel primo semestre, in aumento rispetto ai 240 milioni di sterline dell’anno scorso. L’azienda con sede a Chertsey ha completato 1.017 case nel primo semestre, rispetto alle 775 del primo semestre dell’anno precedente.

In notizie separate dal Regno Unito, secondo John Wood Group plc, la multinazionale britannica di ingegneria e consulenza dovrebbe subire un calo dei suoi utili rettificati pari al 12% nell’H1 fiscale.

Crest Nicholson ha dichiarato 4,1 pence per azione di acconto sul dividendo

Al 18 giugno, Crest Nicholson valorizza le sue vendite a termine a 691,8 milioni di sterline rispetto ai 575 milioni dello stesso periodo dell’anno fiscale 2020. Il consiglio ha dichiarato 4,1 pence per azione di acconto sul dividendo il Giovedi. Commentando l’aggiornamento finanziario, il CEO Peter Truscott ha dichiarato:

“Dopo aver completato la prima parte della nostra strategia di turnaround e implementato il nostro programma di efficienza operativa, la nostra attenzione si sposta ora sulla ricostruzione dei margini operativi e sulla realizzazione di una crescita sostenibile. Stiamo valutando le opzioni per entrare in nuovi mercati geografici e non vediamo l’ora di delineare questo piano di crescita futuro e i nostri obiettivi finanziari a lungo termine entro la fine dell’anno”.

Giovedì Crest Nicholson ha aperto in ribasso di circa l’1% sul mercato azionario, ma ha guadagnato il 7% nell’ora successiva. Compresa l’azione sui prezzi, ora sta scambiando a 445 pence per azione rispetto ai 307 pence per azione all’inizio dell’anno.

Crest Nicholson ha registrato una performance piuttosto negativa nel mercato azionario lo scorso anno con un calo annuo di oltre il 20%. Al momento, l’impresa edile britannica ha una capitalizzazione di mercato di 1,14 miliardi di sterline.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro