Charlie Munger preferisce Zoom mentre Warren Buffett “non è convinto da Zoom”

Di:
su Jun 30, 2021
Aggiornato: May 27, 2022
Listen
  • Le chiamate Zoom non andranno da nessuna parte, secondo Charlie Munger.
  • Warren Buffett non è un fan di Zoom, preferisce una normale telefonata.
  • La pandemia ha colpito in modo sproporzionato le piccole imprese.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google News per restare aggiornato >

Le videoconferenze non spariranno e continueranno a prosperare con il ritorno della normalità mentre la crisi COVID-19 continua ad attenuarsi in molte parti del mondo. Forse il nome più noto tra queste società è Zoom Video Communications Inc. (NASDAQ: ZM) e il servizio di videoconferenza ha guadagnato un nuovo sostenitore: il 97enne vicepresidente di Berkshire Hathaway (NYSE: BRK.A), Charlie Munger.

Are you looking for signals & alerts from pro-traders? Sign-up to Invezz Signals™ for FREE. Takes 2 mins.

La pandemia ha causato l’adozione delle videoconferenze

Copy link to section

Munger ha parlato durante un’intervista insieme a Warren Buffet nel segmento “Buffett & Munger: A Wealth of Wisdom” della CNBC con Becky Quick. Munger ha detto che si è “innamorato” di Zoom e la piattaforma “non sparirà” dato che aggiunge molta comodità al suo lavoro: ha affermato di utilizzare il servizio di videochiamate Zoom almeno tre volte al giorno e ha persino chiuso un affare in Australia tramite una di queste.

Milioni di persone sono rimaste a casa durante la pandemia e hanno fatto ricorso a Zoom per videochiamate e riunioni. Zoom è diventato popolare e le entrate sono salite in seguito all’aumento della domanda, spingendo le azioni in aumento del 395% lo scorso anno. All’inizio di questo mese, la società ha riportato risultati trimestrali record in cui le vendite sono aumentate del 191% su base annua.

Sebbene Munger preferisca Zoom, il dirigente più anziano e riconoscibile del Berkshire la pensa diversamente. Warren Buffett ha detto che ama fare affari attraverso il telefono e semplicemente “non è convinto da Zoom”. Ha indicato:

“Non ci vedo alcun vantaggio, nello specifico. L’ho usato una o due volte, e c’era un intero schermo di persone che… non pensavo che stesse aggiungendo utilità all’esperienza. Preferirei avere i piedi sulla scrivania, e trovo il telefono uno strumento molto più soddisfacente”.

Le attività colpite dal COVID-19 e la ripresa sono lontane

Copy link to section

Munger è ottimista su Zoom poiché i viaggi di lavoro impiegheranno del tempo prima che possano tornare ai livelli pre-pandemia. Allo stesso modo, il lavoro d’ufficio rimarrà basso poiché più lavoratori continueranno a lavorare da casa. Ha dichiarato: “Penso che molti viaggi d’affari non torneranno mai più. Solo una società dopo l’altra decide un incontro all’anno, due riunioni all’anno di persona e il resto si fa su Zoom. Credo che questo aspetto non cambierà”.

“L’impatto economico è stato questa cosa estremamente irregolare in cui… molte centinaia di migliaia o milioni di piccole imprese sono state ferite in modo terribile, ma la maggior parte delle grandi aziende ha avuto successo in modo schiacciante”.

Warren Buffett
Ad

Cerchi dei segnali di trading per criptovalute, forex e titoli facili da seguire? Semplifica il processo di trading copiando i trader professionisti del nostro team. Risultati consistenti. Registrati oggi su Invezz Signals.

Learn more
Borsa Tecnologia