Netflix aggiunge il minor numero di nuovi abbonati paganti netti nel Q2 fiscale

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Lug 21, 2021
  • Netflix supera le stime di fatturato, ma non raggiunge le aspettative sugli utili nel Q2.
  • Alla CNBC, Tuna Amobi ha evidenziato quanto di positivo emerso dalla relazione degli utili.
  • Netflix avverte che la crescita degli abbonati potrebbe essere inferiore alle stime nel Q3.

Le azioni di Netflix Inc (NASDAQ: NFLX) hanno registrato un calo di circa il 5% nel trading after-hour di ieri, poiché il gigante dello streaming ha affermato di aver aggiunto il minor numero di nuovi abbonati mai registrato nel suo recente trimestre finanziario. Ha anche avvertito che la crescita degli abbonati sarebbe stata inferiore alle stime di Wall Street nel trimestre in corso.

Nuovi abbonati paganti netti

Netflix ha aggiunto 1,54 milioni di nuovi abbonati netti pagati nel secondo trimestre fiscale rispetto alla cifra di un anno fa decisamente più alta di 10 milioni di nuovi abbonati, quando la pandemia di COVID-19 limitava le persone nelle proprie case. Tuttavia, ha comunque superato la stima di FactSet di 1,15 milioni di aggiunte nette.

Guidance per il Q3 fiscale

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo Netflix, la sua base di abbonati è diminuita in Nord America e all’estero, in particolare l’Asia del Pacifico ha fatto la maggior parte del lavoro pesante in termini di portare nuovi abbonati nel secondo trimestre. Per il terzo trimestre, Netflix prevede ora di far crescere i suoi abbonati globali di 3,5 milioni, rispetto alla stima del consenso di ben 5,5 milioni.

I dirigenti hanno anche confermato martedì che Netflix è pronto per il lancio di videogiochi sulla sua piattaforma.

Performance finanziaria del Q2

Netflix ha registrato un utile netto di $1,35 miliardi nel secondo trimestre, che si traduce in $2,97 per azione, un aumento rispetto allo scorso anno attribuito all’aumento dei prezzi degli abbonamenti. Le sue entrate sono aumentate del 19,4% a $7,34 miliardi. Secondo FactSet, gli esperti avevano previsto $7,32 miliardi di entrate e $3,18 di EPS.

Netflix prevede di spendere oltre $17 miliardi in contenuti quest’anno, un investimento che molti si aspettano sia un catalizzatore per una forte crescita nella seconda metà del 2021, soprattutto perché serie TV molto famose, tra cui “You” e “The Witcher” torneranno in quel periodo con nuove stagioni.

I commenti di Tuna Amobi a “Closing Bell” della CNBC

Nonostante i risultati deludenti, Tuna Amobi di CFRA Research è positivo su Netflix. A “Closing Bell” della CNBC, ha dichiarato:

Non c’è dubbio che i numeri siano stati un po’ bassi, specialmente sulla guidance del Q3. D’altra parte, tuttavia, il potere di determinazione dei prezzi è ancora presente, sia l’impegno che la fidelizzazione sono ancora al di sopra dei livelli pre-pandemia. Guardando al prossimo anno, quando le cose inizieranno a normalizzarsi ancora di più, Netflix potrà capitalizzare gli enormi investimenti che ha fatto nei mercati internazionali. E i videogiochi sono un’altra area che dovrebbe far presagire un qualche tipo di opportunità a lungo termine.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro