USD/CHF è da comprare o vendere dopo i dati deboli del PIL degli Stati Uniti?

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Lug 29, 2021
  • La coppia USD/CHF è scesa al livello più basso dal 17 luglio dopo l'ultima decisione della Fed.
  • La coppia ha anche reagito ai forti dati sul PIL degli Stati Uniti.
  • I numeri hanno mostrato che l'economia americana è cresciuta del 6,5% nel Q2.

La coppia USD/CHF è scesa al livello più basso dal 17 giugno dopo l’ultima decisione sui tassi di interesse della Federal Reserve e i dati sul PIL degli Stati Uniti nel secondo trimestre. La coppia è scesa a 0,9072, circa il 2% al di sotto del livello più alto di quest’anno.

Dati PIL degli USA

L’economia americana è andata relativamente bene nel secondo trimestre, poiché più stati si sono mossi per riaprire e i funzionari sanitari hanno intensificato il processo di vaccinazione. L’esatto tasso di crescita è stato rivelato giovedì quando l’agenzia di statistica ha pubblicato gli ultimi dati sul PIL degli Stati Uniti.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

I numeri hanno mostrato che l’economia è cresciuta del 6,5% nel Q2 dopo essere aumentata del 6,3% nel Q1. Questa crescita è stata significativamente inferiore alla stima mediana dell’8,5%. Questa crescita è stata principalmente guidata da un aumento della spesa dei consumatori. La spesa reale dei consumatori è aumentata dell’11,5% nel secondo trimestre, poiché più persone sono tornate al lavoro.

Inoltre, gli investimenti delle imprese, la spesa pubblica e la domanda esterna complessiva hanno contribuito a migliorare l’economia americana. Nel frattempo, i prezzi della spesa per consumi personali sono aumentati del 6,4% mentre il PCE core è aumentato del 6,10%. La cifra PCE è lo strumento di inflazione preferito dalla Fed.

L’economia americana dovrebbe continuare a recuperare nel Q3. Tuttavia, l’ondata in corso della pandemia di Covid potrebbe far deragliare la ripresa, soprattutto se gli stati ordinassero nuovi lockdown.

Anche la coppia USD/CHF è scesa a causa dell’ultima decisione sui tassi di interesse della Fed. La banca ha deciso di lasciare i tassi di interesse tra lo 0% e lo 0,25% nella riunione di luglio. I membri si sono inoltre impegnati ad avviare nelle prossime riunioni le deliberazioni sul tapering del quantitative easing. Gli analisti hanno interpretato la decisione nel senso che i colloqui inizieranno a dicembre e che la banca inizierà con il tapering a gennaio.

Guardando al futuro, la coppia USD/CHF reagirà agli ultimi indicatori anticipatori svizzeri e ai numeri PCE di giugno degli Stati Uniti che usciranno venerdì.

Prospettive tecniche USD/CHF

USD/CHF

Questo mese l’USD/CHF ha formato un modello double-top a 0,9230. Questa settimana, è riuscito a spostarsi sotto la neckline a 0,9150. È anche sceso al di sotto dell’importante supporto a 0,9115, che era il livello più basso del 15 luglio. La coppia è scesa anche al di sotto delle medie mobili esponenziali a 25 e 50 giorni (EMA) mentre l’oscillatore stocastico si è spostato al di sotto del livello di ipervenduto. Pertanto, il percorso di minor resistenza per la coppia è inferiore. Se ciò accade, il livello di riferimento successivo sarà 0,9000.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro