Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq in calo per i timori su aumenti delle tasse e cambiamenti nella politica della Fed USA

By: Stanko Iliev
Stanko Iliev
Stanko si dedica a fornire agli investitori informazioni rilevanti che possono utilizzare per prendere decisioni di investimento. Ama la… read more.
on Set 20, 2021
  • I tre principali indici di Wall Street hanno chiuso in netto ribasso venerdì.
  • Gli aumenti delle tasse e i possibili cambiamenti nella politica della Fed sono al centro dell'attenzione.
  • Il potenziale di rialzo rimane limitato per la prossima settimana.

I tre principali indici di Wall Street hanno chiuso in netto ribasso venerdì, poiché gli investitori hanno iniziato a preoccuparsi perché temono aumenti delle tasse e possibili cambiamenti nella tempistica della Federal Reserve statunitense per il tapering degli acquisti di asset. I democratici vogliono aumentare l’aliquota fiscale sulle società al 26,5% dall’attuale 21% e un potenziale aumento delle imposte sulle società influenzerebbe negativamente anche i mercati azionari.

La battaglia contro il coronavirus non è ancora finita e gli investitori temono anche che la variante Delta del coronavirus possa rallentare l’economia statunitense. Un’altra notizia negativa è che alcuni funzionari della Fed hanno avvertito che è quasi ora che la banca centrale inizi a ritirare il suo sostegno monetario, compreso il ridimensionamento dei suoi acquisti di asset.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Il mercato sta lottando con le prospettive di una politica fiscale più restrittiva a causa degli aumenti delle tasse e della politica monetaria più restrittiva a causa del tapering della Fed. L’inflazione sarà probabilmente un problema importante la prossima settimana, quando il Federal Open Markets Committee terrà la sua riunione di politica monetaria di due giorni”, ha affermato David Carter, chief investment officer di Lenox Wealth Advisors a New York.

Diversi funzionari della Fed si aspettano aumenti prima del previsto perché l’inflazione ha accelerato al di sopra di livelli accettabili e gli investitori continueranno a prestare attenzione ai commenti della banca alla ricerca di indizi. Il Dow Jones, l’S&P 500 e il Nasdaq si sono indeboliti su base settimanale e l’avversione al rischio probabilmente continuerà nelle prossime settimane.

S&P 500 è sceso del -0,91% venerdì

Venerdì l’S&P 500 SPX si è indebolito del -0,91% e ha chiuso la settimana a 4.432 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

Se il prezzo scende al di sotto di 4.300 punti, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e abbiamo la strada aperta per 4.200 o addirittura 4.000 punti. Il potenziale di rialzo rimane limitato per la prossima settimana, ma se il prezzo supera i 4.500 punti, il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno ai 4.600 punti.

Venerdì DJIA si è indebolito del -0,48%

Venerdì il Dow Jones Industrial Average DJIA si è indebolito del -0,48% e ha chiuso la settimana a 34.584 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

Il Dow Jones si è indebolito dai suoi recenti massimi e se il prezzo scendesse al di sotto del forte livello di supporto che si trova a 34.000 punti, sarebbe un segnale di “vendita” deciso. L’attuale livello di resistenza si aggira intorno ai 35.000 punti e, se il prezzo supera questo livello, il prossimo obiettivo potrebbe essere di circa 35.200 punti.

Venerdì il Nasdaq Composite si è indebolito del -0,91%

Venerdì, il Nasdaq Composite (COMP) si è indebolito del -0,91% e ha chiuso la settimana a 15.043 punti.

Fonte dei dati: tradingview.com

L’attuale livello di supporto è di circa 15.000 punti e se il prezzo scende al di sotto di questo livello, sarebbe un segnale di “vendita”, e abbiamo la strada aperta a 14.800 punti.

In sintesi

Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq si sono indeboliti la scorsa settimana a causa delle preoccupazioni per gli aumenti delle tasse e i possibili cambiamenti nella politica della Federal Reserve statunitense. Il potenziale di rialzo rimane limitato per la prossima settimana e l’avversione al rischio probabilmente continuerà nelle prossime settimane.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money