Allogene Therapeutics registra un calo del 45% mentre la FDA interrompe la sperimentazione dei farmaci antitumorali

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Ott 8, 2021
  • La FDA degli Stati Uniti interrompe la sperimentazione del farmaco antitumorale di Allogene.
  • Stifel declassa il titolo a "hold"; RBC Capital ha ridotto l'obiettivo di prezzo da $55 a $45.
  • Le azioni della società di biotecnologie con sede in California sono crollate del 45% a $ 13,35.

Le azioni di Allogene Therapeutics Inc (NASDAQ: ALLO) sono crollate del 45% a 13,35 dollari venerdì dopo che la FDA statunitense ha sospeso la sua sperimentazione sui farmaci contro il cancro.

Il forte calo ha cancellato milioni dalla capitalizzazione di mercato di Allogene, lasciando l’azienda californiana con una valutazione di 1,90 miliardi di dollari.

Stifel declassa il titolo a “hold”

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Allogene ha dichiarato in un comunicato stampa questa mattina che il regolatore dei farmaci degli Stati Uniti ha temporaneamente interrotto la sua sperimentazione clinica per la terapia allogenica di Car T (AlloCAR T) a seguito di una segnalazione di un’anomalia cromosomica in un paziente.

“La sicurezza del paziente è la nostra massima priorità e ci impegniamo a lavorare a stretto contatto con la FDA per valutare eventuali potenziali implicazioni cliniche di questa scoperta e determinare i prossimi passi per far progredire ALLO-501A e i nostri programmi clinici”.

RBC Capital valuta ancora ALLO a “sovraperformare”, ma ha ridotto il suo obiettivo di prezzo da 55 a 45 dollari. L’annuncio, tuttavia, ha portato Stifel a declassare il titolo da “comprare” a “hold”.

La revisione della FDA statunitense è in corso

Lo studio rimarrà sospeso fino a quando la Food and Drug Administration degli Stati Uniti non esaminerà il caso del singolo paziente. Il comunicato stampa recitava:

È in corso un’indagine per caratterizzare ulteriormente l’anomalia osservata, inclusa qualsiasi rilevanza clinica, evidenza di espansione clonale o potenziale relazione con l’editing genico.

L’azienda statunitense ha testato i suoi prodotti AlloCAR T modificati geneticamente su oltre 100 pazienti. Gli studi ALPHA, si crede, confermano che ALLO-501A ha un profilo clinico favorevole contro il linfoma a grandi cellule B.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money