Previsioni USD/JPY con l’inflazione in Giappone ancora ostinatamente bassa

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Ott 22, 2021
  • La coppia USD/JPY è balzata al livello più alto da ottobre 2018.
  • Venerdì, il Giappone ha pubblicato dati sull'inflazione relativamente deboli.
  • L'inflazione al consumo principale e di base è salita allo 0,2% in ottobre.

Il prezzo USD/JPY è rimasto stabile al massimo pluriennale dopo gli ultimi dati sull’indice dei prezzi al consumo (CPI) del Giappone. La coppia viene scambiata a 114,08, che è leggermente al di sotto del livello più alto di ottobre 2018. È balzata di oltre l’11% dal livello più basso di quest’anno.

Dati sull’inflazione in Giappone

Il Giappone è riuscito a sfidare la legge Philips, che asserisce che l’inflazione aumenta quando il tasso di disoccupazione scende. I dati pubblicati dall’agenzia di statistica nazionale hanno mostrato che l’inflazione al consumo principale è passata dal -0,2% di agosto allo 0,2% di settembre. Su base annua, il CPI è passato da -0,4% a 0,2%.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Nel frattempo, il CPI core, che esclude la volatilità dei prezzi alimentari ed energetici, è passato da -0,2% a 0,1%. Questi numeri sono sostanzialmente inferiori all’obiettivo della Bank of England (BOE) del 2,0%. Sono anche i dati sull’inflazione più bassi a livello globale.

I dati mostrano che l’inflazione del Paese non è stata influenzata dal recente aumento dei prezzi delle materie prime. Ad esempio, in una dichiarazione, il capo economista della Bank of England (BOE) ha avvertito che l’inflazione potrebbe salire al 5,0%. Allo stesso modo, l’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è salito al 5,4% a settembre.

L’inflazione giapponese è rimasta ostinatamente bassa anche se il tasso di disoccupazione del paese è rimasto basso. Dati recenti hanno mostrato che il suo tasso di disoccupazione è sceso al 2,9% a settembre, tra i più bassi del mondo.

Pertanto, la coppia USD/JPY è diminuita drasticamente perché gli investitori si aspettano che la Bank of Japan (BOJ) manterrà i suoi tassi di interesse bassi più a lungo.

Nel frattempo, i dati di Markit hanno mostrato che l’attività manifatturiera in Giappone è rimbalzata in ottobre. Il PMI manifatturiero è passato da 51,5 a 53,0. Più tardi nella giornata di oggi, l’USD/JPY reagirà agli ultimi dati sull’inflazione statunitense.

Previsioni USD/JPY

USD/JPY

Il grafico giornaliero mostra che la coppia USD/JPY è stata in un importante trend rialzista negli ultimi mesi. La tendenza rialzista ha accelerato dopo che la coppia ha superato il livello di resistenza chiave a 111,65, che era il lato superiore del canale orizzontale mostrato in nero.

Si è inoltre spostato al di sopra delle medie mobili a 25 e 50 giorni. Anche il MACD è salito al livello più alto da mesi. Pertanto, l’USD/JPY manterrà la sua tendenza rialzista poiché i rialzisti prendono di mira la prossima resistenza chiave a 112,50.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro