Guerra in Ucraina: la Russia ordina alle forze nucleari massima allerta

Di:
su Feb 28, 2022
  • La Russia ha ordinato alle forze nucleari massima allerta in risposta alle dichiarazioni delle potenze NATO.
  • Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno annunciato nuove restrizioni alla Russia.
  • La banca centrale russa ha più che raddoppiato il suo tasso di interesse di riferimento.

Questa mattina, la Russia ha ordinato alle sue forze nucleari di restare in massima allerta in risposta alle “dichiarazioni aggressive” delle potenze della NATO e alle severe restrizioni dell’Occidente.

La Russia perde l’accesso alle riserve estere durante la guerra in Ucraina

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno limitato l’accesso a SWIFT alle principali banche russe durante il fine settimana e hanno evitato di trattare con la sua banca centrale che limita di fatto l’accesso di Putin a una parte migliore delle riserve russe di $630 miliardi in valute estere.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Di conseguenza, lunedì il rublo russo è sceso di circa il 25% rispetto al dollaro USA, il che ha costretto la Banca di Russia a raddoppiare oggi il suo tasso di interesse chiave. Nel frattempo, “Moskvabörsen” o l’indice Moex Russia rimane chiuso a causa della guerra in Ucraina.

L’ETF VanEck Russia che segue alcune delle più grandi società russe è sceso del 30% lunedì. Il Fondo RSX si è più che dimezzato in meno di una settimana quando la Russia ha invaso l’Ucraina, al passo con il peggior mese dal suo inizio nell’aprile 2007.

La Russia risponderà con la propria serie di sanzioni

Nonostante le drastiche misure occidentali, la Russia è convinta di poter resistere alle sanzioni legate alla guerra in Ucraina. Secondo Dmitry Peskov, il segretario stampa del presidente della Russia:

Si tratta di sanzioni pesanti, problematiche, ma la Russia ha il potenziale necessario per risarcire i danni derivanti dalle stesse. Abbiamo le risorse e gli strumenti necessari per mantenere la stabilità finanziaria.

Lunedì, la banca centrale russa ha impedito agli stranieri di scaricare titoli russi. L’amministrazione di Putin si è impegnata a rispondere con la propria serie di sanzioni, che potrebbero potenzialmente colpire i mercati energetici poiché la Russia è un importante fornitore globale di petrolio e gas. Oggi i prezzi del petrolio sono in verde.

D’altra parte, funzionari di entrambe le parti (Russia e Ucraina) si sono incontrati al confine bielorusso per negoziare la fine della guerra in Ucraina.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money