Citigroup batte le stime su ricavi e utili del Q1 2022

Di:
su Apr 16, 2022
Listen to this article
  • Citigroup supera le stime sugli utili e sui ricavi del Q1 del 2022.
  • I ricavi nel primo trimestre 2022 sono cresciuti del 18% su base annua.
  • Citi sta assistendo a una maggiore resilienza aziendale nonostante il rallentamento del Wealth Management.

Citigroup Inc. (NYSE: C) ha annunciato un utile netto di $4,3 miliardi o $2,02 per azione nel primo trimestre del 2022, battendo le stime degli analisti di $1,55 per azione. La società ha registrato un fatturato di $19,2 miliardi che ha ugualmente battuto le stime di $18,15 miliardi. Nello stesso trimestre di un anno fa, la società ha registrato un utile netto di $7,9 miliardi o $3,62 per azione con un fatturato di $19,7 miliardi. Il CEO, Jane Fraser, ha dichiarato:

Data la nostra enfasi sui servizi, sono particolarmente soddisfatto della nostra performance in Treasury and Trade Solutions. La crescita delle commissioni, i prestiti commerciali e le transazioni transfrontaliere, sostenuti da tassi più elevati, hanno portato a una crescita dei ricavi del 18% su base annua. Bene anche i servizi di titoli, con ricavi in aumento del 6%. Nei mercati, i nostri trader hanno navigato abbastanza bene nell’ambiente, aiutati dal nostro mix, con forti guadagni in FX e materie prime.

Risultati finanziari

La società ha registrato un elevato margine di interesse supportato da Personal Banking and Wealth Management (PBWM) e Services in Institutional Clients Group (ICG), parzialmente compensato da bassi ricavi da interessi in vari segmenti, con un calo dei ricavi del 2% rispetto a Q1 2021. I ricavi di ICG sono stati di $11,2 miliardi, trainati dall’investment banking, mentre i ricavi dei servizi sono aumentati del 15% a $3,4 miliardi, con i ricavi dei mercati in calo del 2% a $5,8 miliardi.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

D’altra parte, ricavi inferiori, spese più elevate e un elevato costo del credito hanno comportato un calo del 46% su base annua dell’utile netto a circa $4,3 miliardi. Durante il trimestre, Citi ha riportato impatti associati alle dismissioni dei consumatori asiatici per circa $677 milioni nell’ambito dei franchise Legacy.

Il calo dell’utile netto, parzialmente compensato da un calo del 6% delle azioni in circolazione, ha portato a un utile di $2,02 per azione, in calo del 44% rispetto al primo trimestre del 2021. Fraser ha aggiunto:

Continuiamo a vedere la salute e la resilienza del consumatore statunitense attraverso il nostro costo del credito e le loro tariffe di pagamento. Abbiamo avuto un buon coinvolgimento in fattori chiave come la crescita dei prestiti delle carte e una vigorosa crescita delle vendite di acquisto, quindi ci piace dove sta andando questo business. Mentre la geopolitica ha frenato la performance nel Wealth Management, stiamo assumendo banchieri, migliorando l’offerta dei nostri clienti e continuando ad aggiungere clienti sia nella Private Bank che in Citigroup.