Previsione prezzo dell’oro: quanto è stabile il supporto a $1.800?

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith è una giornalista di Invezz che si occupa di materie prime e industrie minerarie. Ha 6 anni di… leggi di piú.
on Mag 16, 2022
  • Il prezzo dell'oro si aggira intorno alla zona cruciale di $1.800 per la seconda sessione consecutiva.
  • Con lo svolgersi della settimana, il range a cui prestare attenzione sarà tra $1.780 e $1.824.
  • La produzione industriale, le vendite al dettaglio USA e le osservazioni di funzionari della Fed influiranno.

Il prezzo dell’oro è aumentato nell’early trading di lunedì, anche se continua a oscillare intorno al livello critico di $1.800 l’oncia per la seconda sessione consecutiva. A breve termine, il metallo prezioso si consoliderà probabilmente intorno a questa zona prima che la forza più forte definisca la sua prossima mossa.

Dati di base

Da un lato, alcuni rialzisti probabilmente compreranno il calo tra le preoccupazioni per il rallentamento della crescita globale e una probabile recessione. La presa di profitto degli short piazzati spiega anche perché i prezzi sono rimbalzati dal minimo di venerdì di $1.800.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’oro è un porto sicuro convenzionale durante i periodi di incertezza economica e politica. Ciononostante, gli investitori si sono rivolti al dollaro USA spingendolo a un massimo di 20 anni. Alle 07:52 GMT, l’indice del dollaro era a $104,53 dopo essere sceso dal massimo della sessione precedente di $105,04, il livello più alto da dicembre 2002. Un forte biglietto verde ha reso la merce più costosa per gli acquirenti che detengono altre valute.

Il rimbalzo dei rendimenti dei Treasury pesa anche sul prezzo dell’oro. Il rendimento di riferimento a 10 anni è al 2,92% dopo essere tornato al 2,81% alla fine della scorsa settimana. I rendimenti obbligazionari statunitensi sono in aumento dalla fine di febbraio a causa delle accresciute scommesse sull’aggressivo inasprimento della politica da parte della Federal Reserve.

Jerome Powell ha indicato che i funzionari della Fed non stanno valutando attivamente un aumento dei tassi di 75 punti base. Ciononostante, alcuni investitori sono del parere che una maggiore probabilità di una recessione possa spingere la banca centrale a un aumento più aggressivo.

Sul fronte dei dati, il metallo prezioso reagirà ai dati sulla produzione industriale cinese e statunitense previsti per il rilascio rispettivamente lunedì e martedì. Anche le vendite al dettaglio negli Stati Uniti di martedì e le osservazioni di vari funzionari della Fed avranno un impatto sul mercato.

Previsione di prezzo dell’oro

Il prezzo dell’oro sta trovando supporto lungo la zona cruciale di 1.800 anche se rimane in una tendenza al ribasso. A metà aprile, il metallo prezioso ha toccato il massimo del mese a 1.998,79. Da allora, è diminuito di quasi il 10%. Al momento, è a 1.805,79 dopo essere rimbalzato dal minimo di venerdì di 1.800,26.

Come mostrato su un grafico giornaliero, viene scambiato al di sotto delle medie mobili esponenziali a 25 e 50 giorni. Nella nuova settimana, l’attuale zona di supporto rimarrà cruciale. Successivamente, varrà la pena tenere d’occhio l’intervallo compreso tra 1.800 e 1.824,47. D’altro canto, se i ribassisti riusciranno a spingere il prezzo dell’oro oltre il suddetto livello di supporto, potrebbero avere l’opportunità di testare nuovamente il minimo di gennaio di 1.780.

prezzo dell'oro
Prezzo dell’oro
Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, Capital.com
9.3/10