Diffiderei di Ethereum mentre il merge si avvicina

Di:
su Lug 11, 2022
  • 13 milioni di ETH ora in staking, anche se il prezzo è sceso del 77% da novembre.
  • Gli staker, specie quelli che depositano 32 ETH per diventare validatori, sono i più colpiti dalle perdite.
  • Gli stakers sono scesi del 36% in più rispetto al mercato di Ethereum, con la fornitura pronta al rilascio.

A marzo ho scritto un pezzo su Invezz per approfondire cos’era il merge di Ethereum, perché era necessario e quando si sarebbe verificato. L’ultima parte era quella difficile da predire, ma affermavo con convinzione che sarebbe arrivato quest’estate. Per gli staker di ETH, è meglio che sperano che sia ancora vero.

Perché guardando i dati on-chain, la situazione è brutta. Ora ci sono 13 milioni di ETH in staking, ma i possessori sono rimasti a guardare mentre il valore della loro posizione bloccata è sceso del 77% dallo scorso novembre, poiché l’ETH è sceso da $4.800 a $1.100.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Certo, ci sono alternative liquide come i token BETH offerti da Binance, o stETH con Lido, ma data la tanto pubblicizzata divergenza di prezzo di quest’ultimo da ETH per il crollo di Celsius (di cui ho scritto un approfondimento qui), non è una soluzione perfetta. La realtà è che molti staker sono stati costretti a guardare mentre le loro partecipazioni crollano in linea con il resto del mercato delle criptovalute.

Ethereum on-chain

Secondo il mio grafico sopra, 8 milioni di ETH sono stati depositati prima del massimo storico di novembre, quando ETH ha fatto parlare di “wen $5K”. Il drawdown del 77% su questa parte farà male ai titolari, in particolare quelli che hanno depositato il totale di 32ETH necessario per diventare un validatore: questi 32 ETH valevano oltre $150.000 a novembre ma ora valgono $35.000.

Questa classe di investitori sarà stata senza dubbio esposta alle criptovalute anche altrove. Con il crollo di alto profilo di Luna (approfondimento qui), la condotta aggressiva della Fed, un clima geopolitico tenue e un sentimento generale negativo, i mercati delle criptovalute sono crollati. Una parola che ho usato molto nei miei ultimi articoli è quella di contagio, ma è il fattore chiave in questo intricato mondo delle criptovalute.

In quale altro luogo questi investitori hanno perso denaro? Quali altri asset detengono? Quali altcoin hanno perso il 99%? Hanno risparmiato in UST? Sembra ragionevole presumere che, almeno, chiunque investa 32ETH per fungere da validatore sentirà il colpo.

Il grafico sottostante di Glassnode mostra che il prezzo medio di ETH depositato nel contratto di staking è di $2.390, mentre il prezzo medio sul mercato è di $1.670. Ciò significa che gli staker di ETH stanno effettivamente sopportando perdite maggiori del 36% rispetto al più ampio mercato di Ethereum.

E tutti questi ETH verranno rilasciati una volta che il Merge sarà completato.

Cosa succederà dopo il merge di ETH?

Quindi, con tutti questi 13 milioni di ETH destinati a inondare il mercato, non scontare un calo del prezzo rispetto al resto del mercato. Sarà interessante monitorare il suo valore rispetto a Bitcoin, in particolare. Il pensiero prevalente è spesso che l’ETH sarà semplicemente lunare una volta che il Merge sarà attivo, ma credo che questo sia un pensiero ingenuo quando lo si guarda nel contesto dei grafici di cui sopra. Inoltre, c’è un motivo valido o diremo semplicemente “Il merge è una cosa buona, ETH salirà”?

È probabile che a questo punto la fusione sia stata prezzata e, semmai, sarebbe più probabile che diminuisca il prezzo di Ethereum se si verificano altri ritardi o intoppi lungo il percorso.

Per ora, siamo grati di non essere un validatore di ETH negli ultimi sei mesi. E se sei uno di loro, resisti: le criptovalute risaliranno, giusto?

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money