Tim Draper si avventura ulteriormente nel web3, ma seguiranno altri capitali?

Di:
su Jan 20, 2023
Listen to this article
  • Draper Venture Network sta lanciando un veicolo di syndication web3
  • Tim Draper ha acquistato 30.000 bitcoin nel 2014 per 19 milioni di dollari, ora valgono oltre mezzo miliardo
  • Paura che l'adozione istituzionale e il capitale fresco svaniscano nelle criptovalute a seguito degli scandali

Mi sono chiesto quanto inciderà effettivamente il danno alla reputazione della criptovaluta negli ultimi mesi.

Il crollo di FTX (trovi un’analisi approfondita su quella vicenda paludosa qui) è sembrata la goccia che ha fatto traboccare il vaso in molti modi. Per quanto riguarda l’adozione istituzionale, la conclusione allettante è stata che qualsiasi azienda rispettabile si sarebbe allontanata di dieci chilometri dal settore, mentre un’ondata di scandali, fallimenti e implosioni si riversava nello spazio.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

In questo contesto, mi ha colpito la notizia che il venture capitalist Tim Draper si sta avventurando più a fondo nelle criptovalute. Draper Venture Network, che è un’alleanza di investitori di rischio fondata da Draper, lancerà un veicolo di syndication web3 chiamato Draper Round Table con l’obiettivo di portare più family office, VC aziendali, angel investor e altri in web3.

Il mondo degli investimenti sta cambiando rapidamente. Stiamo ampliando l’accesso per gli investitori in modo che i migliori imprenditori, ovunque si trovino, possano essere finanziati

Tim Draper, presidente fondatore della tavola rotonda Draper

Draper ha un background nelle criptovalute

Tim Draper non è un principiante delle criptovalute, ovviamente. Il magnate degli affari ha notoriamente acquistato 30.000 bitcoin nel 2014 che sono stati sequestrati da Silk Road, il mercato illegale. La scorta è stata venduta all’asta al pubblico dal servizio marescialli degli Stati Uniti e Draper è intervenuto con 19 milioni di dollari, che si traducono in un prezzo di 633$ a moneta.

Solo per divertimento e per gioco, ho tracciato l’investimento fino ad oggi di Draper qui sotto, quando Bitcoin è balzato all’inizio dell’anno, tornando al di sopra della soglia dei 20.000$.

La caduta da oltre 2 miliardi di dollari a 600 milioni di dollari probabilmente fa male, ma ehi, è pur sempre un ritorno di 33 volte.

Tre mesi dopo l’acquisto, Draper aveva notoriamente predetto su Fox Business che la moneta arancione avrebbe superato i 10.000$ entro tre anni. Un bitcoin veniva scambiato per 402$ in quel momento e sembrava … beh, sembrava ridicolo. Quando è sceso a 200$ nel gennaio successivo, le cose non stavano andando bene, specialmente quando ha raddoppiato per far rimbalzare il prezzo, con una scommessa di 400.000$.

Ma a novembre 2017, Bitcoin era a 10.000$ (tecnicamente tre anni e due mesi dopo).

Le criptovalute non sono andate bene nell’area mainstream

È chiaro che la storia di Draper con le criptovalute è più lontana rispetto a quella della maggior parte degli investitori, e risale a un’epoca in cui era ancora una cosa di nicchia su internet, una cosa a cui solo chi bazzicava in quella nicchia seguiva con attenzione. In questo contesto, forse il lancio di questo Draper Venture Network non simboleggia nulla.

Inoltre, evidenzia che devono ancora essere conclusi accordi in questo settore che è stato devastato dal bear market. Guardando l’ultimo inverno delle criptovalute, alcune delle aziende di maggior successo questa volta sono state costruite durante gli anni incolti del 2018 e del 2019, quando sembrava che nessuno prestasse attenzione alle criptovalute. Certamente sarebbe difficile immaginare che qualcosa di simile esista quando il mercato è stato così gravemente in ritardo nell’ultimo inverno.

Ovviamente, la differenza rispetto a questo inverno è che le criptovalute stanno combattendo un mercato ribassista nell’economia più ampia per la prima volta nella sua storia. È divertente quanto spesso le persone dimentichino che Bitcoin è stato lanciato nel bull market più lungo ed esplosivo della storia, e questo rende quindi questo clima attuale di alti tassi di interesse e prezzi in calo completamente senza precedenti.

Il tempo dirà come la criptovaluta si riprenderà da questo bear market. Con l’indebolimento dell’inflazione, sembra di vedere un po’ più di luce adesso rispetto a un paio di mesi fa. Notizie come questa aiuteranno e sarà interessante monitorare la rapidità con cui le istituzioni e gli investitori tradizionali torneranno nello spazio nei prossimi mesi.