Ad

Analisi dell’indice Nikkei 225: forme del pattern triplo massimo

Di:
su Sep 22, 2023
Listen
  • Negli ultimi mesi l’indice Nikkei si è mosso lateralmente.
  • Ha formato un modello a triplo massimo sul grafico giornaliero.
  • La Banca del Giappone ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Venerdì i titoli azionari giapponesi si sono leggermente arretrati mentre gli investitori riflettevano sulle ultime decisioni sui tassi di interesse della Federal Reserve e della Banca del Giappone (BoJ). L’indice Nikkei 225, molto seguito, è sceso a 32.160 ¥, il livello più basso dal 29 agosto. È sceso di oltre il 3,5% rispetto al punto più alto di quest’anno. La coppia USD/JPY ha continuato il suo rimbalzo.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Decisione della Banca del Giappone

Copy link to section

Questa settimana gli investitori si sono concentrati sulle azioni delle principali banche centrali. Negli Stati Uniti, la Federal Reserve ha adottato una pausa aggressiva. Ha lasciato i tassi di interesse invariati tra il 5,25% e il 5,50% e ha lasciato intendere che prevederà un altro aumento dello 0,25% entro la fine dell’anno. La banca prevede inoltre che i tassi rimarranno a livelli elevati ancora più a lungo.

In Europa, la Banca nazionale svizzera (BNS) e la Banca d’Inghilterra (BoE) hanno lasciato invariati i tassi di interesse. Gli economisti speravano che la banca aumentasse i tassi dello 0,25%. In Indonesia, la banca centrale ha deciso di tagliare i tassi di interesse dello 0,25%.

L’indice Nikkei 225 è sceso per poi ridurre parte delle perdite dopo che la Banca del Giappone ha lasciato i tassi invariati al -0,10%. Ha inoltre lasciato intatto il suo programma di controllo della curva dei rendimenti in quanto consentirà al titolo a 10 anni di fluttuare tra -0,50% e 0,5%.

La decisione della BoJ è arrivata poco dopo che le statistiche del paese avevano pubblicato forti dati sull’inflazione al consumo. L’indice principale dei prezzi al consumo è aumentato del 3,2% in agosto, mentre l’IPC core è balzato al 3,1%. Negli ultimi mesi l’inflazione è rimasta al di sopra dell’obiettivo della BoJ del 2,0%.

Pertanto, gli analisti ritengono che la BoJ alla fine alzerà i tassi, soprattutto se lo yen giapponese dovesse crollare a 150.

https://www.youtube.com/watch?v=ctCwSZghP_g&pp=ygUMYm9qIGRlY2lzaW9u

La Fed è stata il principale catalizzatore dell’indice Nikkei 225 poiché ha lasciato intendere che i tassi sarebbero rimasti più alti per un periodo più lungo. In seguito, gli indici azionari americani come Dow Jones, Nasdaq 100 e S&P 500 si sono ritirati per tre giorni consecutivi.

Le società dell’indice Nikkei 225 con le migliori performance negli ultimi 30 giorni sono state Mitsui Engineering, Kobe Steel, Mazda Motor, Sumitomo Mitsui Financial ed Eneos Holdings. Tutte queste azioni sono aumentate di oltre il 20% negli ultimi 30 giorni. I principali ritardatari, d’altro canto, sono state aziende come Advantest, Shiseido, Daiichi Sankyo e Yamaha.

Previsioni per l’indice Nikkei 225

Copy link to section
Nikkei 225

Il grafico giornaliero mostra che l’indice Nikkei 225 si è mantenuto in un range ristretto negli ultimi mesi. Dopo aver raggiunto il massimo pluridecennale di ¥ 33.796 a giugno. Si è formato quello che sembra un modello a triplo massimo. L’indice è inoltre scivolato al di sotto delle medie mobili a 25 e 50 giorni, mentre il Relative Strength Index (RSI) è scivolato verso il basso.

Pertanto, nei prossimi giorni l’indice Nikkei rimarrà probabilmente in questo range. Rimarrà al livello di supporto chiave a ¥ 32.000. Un ulteriore rally dell’indice Nikkei 225 sarà confermato se il prezzo supererà la resistenza chiave a ¥ 33.796.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Bank of England Bank of Japan Curve DAO Token Giappone JPY Nikkei 225 Index Swiss National Bank Borsa