Dovresti comprare lo yen giapponese mentre gli investitori stranieri scommettono sul mercato azionario locale?

Di:
su Oct 9, 2023
Listen
  • Lo yen giapponese è una valuta interessante ai livelli attuali
  • Il Primo Ministro invita gli investitori stranieri a scommettere sul futuro del Giappone
  • GPIF potrebbe modificare la sua allocazione di obbligazioni estere poiché il cambio USD/JPY viene scambiato a 150

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

In questi giorni, tutti gli occhi sono puntati sullo yen giapponese (JPY), poiché la coppia USD/JPY ha raggiunto (di nuovo) 150. È risalito da meno di 130 a marzo e ora viene scambiato in un territorio in cui la Banca del Giappone era precedentemente intervenuta.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Pochi giorni prima della pubblicazione del rapporto Non-Farm Payrolls (NFP), venerdì scorso, i trader JPY hanno visto il tasso di cambio USD/JPY scendere di tre grandi cifre (ovvero trecento pip) in pochi minuti circa. Molti hanno pensato che fosse intervenuta la Banca del Giappone, ma non vi è stata alcuna conferma ufficiale.

Ma un approccio più sano al trading e agli investimenti non è quello di affidarsi a una banca centrale per fare qualcosa. Si consiglia invece di svolgere le proprie ricerche e la dovuta diligenza.

Coloro che acquistano lo JPY durante l’estate sono protagonisti di un ampio calo. Molti probabilmente hanno gettato la spugna.

Tuttavia, lo JPY appare interessante ai livelli attuali. Potrebbe volerci del tempo per rafforzarsi, ma vale la pena provare ai livelli attuali.

Anche da un punto di vista fondamentale, le cose sembrano volgere a favore dello JPY.

La settimana scorsa, un articolo del Financial Times ha sottolineato le parole del primo ministro giapponese Fumio Kishida che invitava gli investitori stranieri a investire nel futuro del Giappone. Ma gli investitori stranieri stanno già acquistando azioni giapponesi a livelli mai visti in un decennio.

Per acquistare azioni locali, è necessaria la valuta locale. Pertanto, gli investitori stranieri scambiano la loro valuta (che sia USD, EUR, AUD o GBP) per acquistare quella locale: lo JPY.

Quindi, l’articolo, di fatto, evidenzia il fatto che la domanda di JPY è forte.

Un’altra svolta interessante che potrebbe derivare dal GPIF – Fondo di investimento pensionistico governativo giapponese.

L’USD/JPY a 150 potrebbe innescare cambiamenti nell’allocazione del GPIF

Copy link to section

Già nel 2020 circolava la notizia che GPIF aveva deciso di aumentare la quota di obbligazioni estere nel suo portafoglio dal 10% al 25%. Naturalmente, acquistare obbligazioni estere significava vendere la valuta locale (JPY) e acquistare valuta estera per pagare le obbligazioni.

Quindi, forse ha più senso che il GPIF riporti l’allocazione verso il Giappone, per investire nel futuro del Giappone. Ha senso, considerando che il cambio USD/JPY è vicino a 150.

Riassumendo, questi non sono livelli adatti ad essere short sullo yen. Proprio il contrario.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Bank of Japan Giappone JPY Asia Borsa Forex Obbligazioni Pensioni