BP riporta un calo del 40% negli utili del primo trimestre, restando indietro rispetto ai concorrenti del settore a causa dei bassi prezzi dell’energia

Di:
su May 7, 2024
Listen
  • Gli ultimi risultati finanziari della BP la segnano come l'ultimo dei principali colossi petroliferi occidentali a rendere pubblici i propri utili.
  • Al contrario, la scorsa settimana Shell ha registrato un robusto utile netto di 7,7 miliardi di dollari.
  • Il flusso di cassa della BP è diminuito del 34% a 5 miliardi di dollari dopo aver ricostituito le scorte di diesel e benzina prima dell'estate.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

BP ha registrato un calo significativo del 40% negli utili del primo trimestre, con profitti scesi a 2,7 miliardi di dollari, sottoperformando rispetto alle aspettative degli analisti a causa del calo dei prezzi dell’energia e delle battute d’arresto operative, inclusa l’interruzione di una raffineria negli Stati Uniti.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

In ritardo tra le sfide del settore

Copy link to section

Gli ultimi risultati finanziari della BP la segnano come l’ultimo dei principali colossi petroliferi occidentali a rivelare i propri utili per il primo trimestre.

Al contrario, la scorsa settimana Shell ha registrato un robusto utile netto di 7,7 miliardi di dollari, beneficiando delle interruzioni nel trasporto marittimo del Mar Rosso e nella raffinazione russa che hanno stimolato le attività di commercio di petrolio.

Nel frattempo, altre controparti del settore come Exxon Mobil, Chevron e TotalEnergies hanno riportato cali nei loro profitti, in gran parte a causa di un forte calo dei prezzi del gas naturale, che riflette una più ampia volatilità del mercato.

Stabilità dei dividendi in un contesto di tensione finanziaria

Copy link to section

Nonostante la flessione, il colosso petrolifero con sede a Londra ha mantenuto il suo dividendo a 7,27 centesimi per azione e ha continuato il suo programma di riacquisto di azioni a 1,75 miliardi di dollari per i prossimi tre mesi.

Tuttavia, i profitti della società sono scesi del 5% rispetto alle previsioni degli analisti, complicando gli sforzi del CEO Murray Auchincloss per stabilizzare la società dopo le improvvise dimissioni del suo predecessore, Bernard Looney, a settembre.

Cambiamenti strategici e misure di riduzione dei costi

Copy link to section

Auchincloss, che in precedenza ha ricoperto il ruolo di responsabile delle finanze sotto Looney, si è impegnato a razionalizzare le operazioni di BP e ridurre i costi in mezzo al crescente scetticismo degli investitori sulla strategia della società di spostare l’attenzione dal petrolio e gas tradizionali all’espansione del proprio business a basse emissioni di carbonio.

Nell’ambito di questa strategia, BP ha fissato l’obiettivo di raggiungere un risparmio sui costi di cassa di almeno 2 miliardi di dollari entro la fine del 2026 rispetto ai livelli del 2023.

Salute finanziaria e reazione del mercato

Copy link to section

Il flusso di cassa della BP è diminuito del 34% a 5 miliardi di dollari dopo aver ricostituito le scorte di diesel e benzina in vista della stagione estiva.

Inoltre, il debito della società è aumentato a 53 miliardi di dollari e il rapporto debito/capitalizzazione di mercato è salito al 22% rispetto al 19,7% del trimestre precedente.

Dopo l’annuncio, alle 8.52 GMT le azioni BP sono scese dello 0,2%, sottoperformando rispetto al guadagno dell’1,5% dell’indice energetico europeo.

Mentre BP affronta questi tempi difficili, il settore osserverà da vicino lo sviluppo delle sue nuove strategie e misure di riduzione dei costi per riconquistare la posizione e la fiducia degli investitori in un mercato sempre più competitivo e volatile.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

BP Borsa