L’AIE abbassa le previsioni sulla domanda globale di petrolio per il 2024 a 1,1 milioni di barili al giorno

su May 15, 2024
Listen
  • Si prevede che la domanda di petrolio per il 2025 supererà leggermente i livelli del 2024, raggiungendo 1,2 milioni di barili giornalieri.
  • Si stima che l’offerta globale di petrolio crescerà di 580.000 barili al giorno nel 2024, raggiungendo la cifra record di 102,7 milioni di barili al giorno.
  • L’AIE ha abbassato le previsioni sulla domanda di petrolio per il 2024 a causa della debole attività industriale e di un inverno mite.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

L’ Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha rivisto le sue previsioni sulla domanda globale di petrolio per il 2024, riducendola di 140.000 barili al giorno (bpd) a 1,1 milioni di barili al giorno, secondo le previsioni di maggio dell’agenzia pubblicate mercoledì.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

L’IEA ha attribuito questo aggiustamento al ribasso alla stagnante attività industriale e ad un inverno più mite, che hanno frenato il consumo di gasolio, soprattutto in Europa.

In Europa, la diminuzione del numero di auto diesel ha ulteriormente ridotto i consumi. Per il 2025, si prevede che la domanda di petrolio supererà leggermente i livelli di quest’anno, raggiungendo 1,2 milioni di barili giornalieri.

L’AIE prevede che la produzione globale di petrolio cresca

Copy link to section

Dal lato dell’offerta, l’AIE prevede che la produzione globale di petrolio crescerà di 580.000 barili al giorno, raggiungendo il record di 102,7 milioni di barili al giorno nel 2024.

L’agenzia prevede inoltre che l’offerta globale di petrolio aumenterà ulteriormente fino a 1,8 milioni di barili al giorno nel 2025.

Questa crescita dell’offerta arriva nonostante la crescita della domanda più debole del previsto, che ha portato a un calo dei margini delle raffinerie globali. Ad aprile tutte le regioni hanno sperimentato un crollo dei crack dei distillati medi e una diminuzione dei livelli di produzione a causa della domanda debole.

Quale sarà l’impatto sui margini delle raffinerie?

Copy link to section

Il rapporto dell’IEA ha evidenziato che i margini globali delle raffinerie sono diminuiti in tutte le regioni.

La ridotta crescita della domanda ha contribuito a un calo significativo dei crack dei distillati medi e alla diminuzione dei livelli di produzione in aprile.

Questa tendenza riflette le sfide più ampie che l’industria petrolifera deve affrontare, con l’offerta che continua ad aumentare anche se la domanda fatica a tenere il passo.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Ad

Cerchi dei segnali di trading per criptovalute, forex e titoli facili da seguire? Semplifica il processo di trading copiando i trader professionisti del nostro team. Risultati consistenti. Registrati oggi su Invezz Signals™.

0/10
Learn more
Petrolio Commodities