Le principali aziende farmaceutiche statunitensi annunciano un aumento dei prezzi di oltre 200 farmaci

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Gen 2, 2020
Updated: Mar 11, 2020
  • Aziende farmaceutiche americane come Pfizer, GSK, & Sanofi aumentano i prezzi di 200 dei loro farmaci.
  • L'aumento dei prezzi dovrebbe essere attuato mercoledì con un aumento medio massimo del 5%.
  • La riduzione dei prezzi della sanità è stata il punto di forza della campagna elettorale del presidente Trump nel 2016.
  • Le pressioni politiche stanno mantenendo le aziende farmaceutiche a limitare i rincari al di sotto del 10%.

Martedì scorso una società di ricerca sanitaria, 3 Axis Advisors, ha annunciato che importanti aziende farmaceutiche come Sanofi SA, Pfizer e GlaxoSmithKline hanno deciso di aumentare i prezzi di listino americani di ben 200 dei loro medicinali, con piani di implementazione già in atto. I nuovi prezzi saranno probabilmente applicabili a partire da mercoledì.

Il cofondatore della 3 Axis, Eric Pachman, ha inoltre sottolineato che l’aumento medio dei prezzi si limiterà al 5%. L’aumento massimo su alcuni farmaci sarà del 10%, mentre sui restanti verrà applicato un aumento tra il 4% e il 6%.

Ridurre i prezzi della sanità è stato il punto focale della campagna presidenziale di Trump nel 2016

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il Presidente Trump ha promesso di ridurre i prezzi della sanità durante la sua campagna presidenziale nel 2016. Con la sua nuova candidatura alle elezioni nel 2020, l’aumento dei prezzi potrebbe non essere ben accolto. Sebbene altri aumenti potrebbero essere annunciati nel fine settimana, forti pressioni politiche limitano le aziende farmaceutiche a contenere i rincari entro il 10%.

Alcune fonti della Pfizer hanno annunciato che almeno 50 farmaci dell’azienda, tra cui lo Xeljanz usato contro l’artrite reumatoide e l’Ibrance per la cura del cancro, subiranno un aumento dei prezzi mercoledì. Ibrance è un famoso farmaco utilizzato nella cura del cancro, noto per aver generato 5 miliardi di dollari di entrate per l’azienda farmaceutica nel 2019.

La portavoce della Pfizer, Amy Rose, ha confermato che mercoledì ci sarà un aumento immediato dei prezzi. Ha anche sottolineato che circa il 27% dei farmaci Pfizer aumenterà di prezzo, con un aumento medio del 5,6%. Circa il 43% dell’aumento dei prezzi verrà limitato ai farmaci sterili iniettabili, con quasi un dollaro in più per ogni farmaco.

GlaxoSmithKline si è impegnata a mantenere gli aumenti di prezzo entro il 5%

GlaxoSmithKline, invece, aumenterà i prezzi di oltre 30 medicinali presenti nel suo catalogo. Alcuni dei suoi farmaci di successo come l’inalatore Ellipta, il ViiV per l’HIV e il farmaco antitumorale Zejula aumenteranno i prezzi a partire da mercoledì. L’azienda ha annunciato che l’incremento sarà compreso tra l’1% e il 5% a seconda dei singoli farmaci.

Infine, Sanofi aumenterà il prezzo di 10 dei suoi popolari farmaci. Anche l’incremento dei farmaci Sanofi sarà limitato al 5%.

Tenendo conto della situazione del mercato e dei costi di produzione, anche Teva Pharmaceutical Industries Ltd. aumenterà i prezzi di almeno 15 dei suoi prodotti farmaceutici. Si prevede che l’aumento medio sarà superiore a quello dei concorrenti, con un incremento di oltre il 6%.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro