La Bank of Japan si impegna ad acquistare solo la quantità “necessaria” di titoli di Stato

By: Auther Bett
Auther Bett
Auther V. Bett, dottore commercialista, ha iniziato a scrivere sul mercato finanziario e contabile nel 2016. I suoi interessi… read more.
on Apr 30, 2020
  • La Bank of Japan (BOJ) afferma che acquisterà solo una quantità necessaria di titoli di Stato giapponesi.
  • La banca ha detto che la decisione è temporanea fino a quando non raggiungerà un tasso di inflazione del 2%.
  • La BOJ ha sottolineato l'essenza del sostegno alle piccole imprese che affrontano maggiori sfide finanziarie.

La Bank of Japan (TYO: 8301) (BOJ) ha dato una spinta alla sua forza monetaria in occasione di un incontro di politica monetaria tenutosi lunedì. L’incontro, della durata di un giorno, era diretto a sostenere gli sforzi del governo per ammortizzare l’impatto della pandemia di Covid-19 sull’economia.

A conclusione dell’incontro, i funzionari della banca hanno promesso di acquistare solo “una quantità necessaria di titoli di stato giapponesi senza fissare un limite massimo”, seguendo le orme della Federal Reserve Bank statunitense in una mossa del mese scorso che ha visto il policymaker americano impegnarsi ad acquistare titoli di stato solo “nelle quantità necessarie” per stimolare l’economia del Paese.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Diversi mercati sono stati entusiasti della notizia, con il Nikkei Stock Average (NI225) che è salito del 2,7%. Anche lo yen è cresciuto ed era arrivato al prezzo di a 107,22-23 entro l’orario di chiusura di ieri, rispetto al 107,70-71 di venerdì scorso. Le quotazioni si sono rassodate anche sui mercati europei, con alcuni titoli che sono risaliti nei primi giorni di trading.

Durante un’intervista con i giornalisti, il governatore della Bank of Japan Haruhiko Kuroda, ha sottolineato il fatto che il nuovo corso di azione non garantisce in alcun modo il debito del governo.

“La BOJ acquisterà i JGB quanto necessario. Non è una misura permanente”, ha detto il governatore Kuroda. Secondo il governatore, la misura non è destinata ad essere permanente e duerà solo per il tempo necessario al raggiungimento dell’obiettivo del 2% di inflazione della banca.

La banca centrale giapponese spera anche di triplicare la carta societaria e commerciale prevista per contribuire ad alleviare i problemi di finanziamento delle grandi imprese. La banca ha ulteriormente alleggerito le politiche collaterali, concedendo alle banche commerciali la possibilità di beneficiare del suo programma per consentire loro di fornire finanziamenti più economici alle piccole e medie imprese.

Il governo Kuroda ha sottolineato l’essenza del sostegno alle piccole imprese, affermando che stanno affrontando sfide di finanziamento molto più grandi di quelle sperimentate durante il crollo della Lehman.

La mossa della banca centrale di adeguare la propria politica fa parte di un piano globale per aiutare le piccole imprese e le famiglie che sono state più duramente colpite dalla pandemia di Coronavirus. La Federal Reserve Bank ha già stipulato un accordo con le banche commerciali per offrire prestiti a prezzi accessibili alle piccole imprese e vendere le stesse agevolazioni alle Fed.

In Europa, la Banca Centrale Europea ha accettato di acquistare obbligazioni non investment grade per le banche commerciali come misura temporanea per stimolare l’indebitamento commerciale e la concessione di prestiti.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money