EUR/USD aumenta e i deboli salari USA non agricoli indicano che forse il peggio è passato

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Mag 9, 2020
  • L'EUR/USD è aumentata dopo che il Bureau of Labour Statistics ha pubblicato i dati non agricoli di aprile.
  • L'economia USA ha perso oltre 20 milioni di posti di lavoro, il tasso di disoccupazione è salito al 14,8%.
  • I numeri mostrano che il peggio potrebbe essere passato per il mercato del lavoro americano.

La coppia EUR/USD è aumentata leggermente oggi dopo che il Bureau of Labour Statistics (BLS) ha pubblicato i deludenti salari non agricoli del mese di aprile.

Nonfarm payrolls
EUR/USD aumenta leggermente dopo la debolezza dei dati salariali non agricoli

Salari non agricoli negli Stati Uniti

Secondo il dipartimento del lavoro, più di 20,5 milioni di americani hanno perso il lavoro in aprile perché la maggior parte degli Stati ha chiesto ai propri cittadini di rimanere a casa. Gli analisti intervistati da Bloomberg si aspettavano che i salari non agricoli diminuissero di 21 milioni, mentre quelli intervistati da Reuters si aspettavano 22 milioni.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La maggior parte di questi, circa 18,1 milioni di persone, erano in disoccupazione temporanea.

Il tasso di disoccupazione U3 è passato da un minimo di 50 anni del 3,5% al 22%. Questo parametro tiene conto delle persone in età lavorativa che non hanno un lavoro. Il tasso è aumentato in modo uniforme in tutti i segmenti, con i bianchi che sono saliti al 14,2 e i neri al 16,2%.

Il tasso di disoccupazione U6 è salito al 20% rispetto al precedente 8,7%. Questo parametro tiene conto delle persone che lavorano part-time e quelle che hanno rapporti marginali con il mondo del lavoro.

Le buste paga private hanno tagliato più di 19,5 milioni di persone, un po’ meno della stima fornita da ADP mercoledì scorso.

Nel frattempo, le ore medie settimanali sono passate dal precedente 34,1 al 33,2. Allo stesso tempo, la media oraria è passata dal precedente 3,3% al 7,9%. Su base mensile, i salari sono passati dal precedente 0,5% al 4,7%.

Secondo il bureau, il settore del tempo libero e dell’ospitalità è stato il più colpito in quanto ha perso più di 7,7 milioni di posti di lavoro, seguiti da quello dell’istruzione e dei servizi sanitari. Il settore manifatturiero ha perso più di 1,3 milioni di posti di lavoro, mentre il settore del commercio al dettaglio ha perso più di 2,1 milioni di posti di lavoro. Il bureau ha dichiarato:

“I cambiamenti di questi parametri riflettono gli effetti della pandemia di coronavirus (COVID-19) e gli sforzi per contenerla. L’occupazione ha subito un forte calo in tutti i principali settori industriali, con perdite di posti di lavoro massicce nel tempo libero e nell’ospitalità”.

Questi numeri mostrano come l’attuale pandemia di coronavirus abbia colpito l’economia americana. Secondo il dipartimento del lavoro, più di 33 milioni di persone hanno presentato richieste di indennità per disoccupazione nelle ultime sette settimane. Ciò è dovuto in parte al fatto che il CARES act ha ampliato l’ammissibilità di queste richieste.

Un flusso di dati economici deboli

La coppia EUR/USD ha reagito ad un flusso di dati negativi provenienti dagli Stati Uniti. Il numero di contagi da coronavirus confermati è salito a più di 1,2 milioni di persone, mentre i decessi sono saliti a più di 76.000. Questi decessi rappresentano purtroppo circa il 30% del totale dei decessi mondiali, dato che gli Stati Uniti rappresentano circa il 4% della popolazione mondiale.

Altri dati economici provenienti dagli Stati Uniti sono stati deboli. Questa settimana, i dati di ISM hanno mostrato che il PMI non manifatturiero è sceso al minimo storico di 41,8 in aprile. Inoltre, le esportazioni del Paese sono diminuite del 9,7% nel mese, portando ad un aumento dell’11,6% del deficit commerciale.

I recenti dati mostrano inoltre che l’economia ha subito una contrazione del 4,8% nel primo trimestre. Anche altri numeri, come il PMI manifatturiero, le vendite al dettaglio, l’avvio delle abitazioni e la produzione industriale, hanno registrato una contrazione.

Tuttavia, gli analisti ritengono che il peggio potrebbe essere passato. Infatti, mentre i dati sulle indennità per disoccupazione sono stati deboli, sono comunque inferiori al picco di 6,8 milioni a marzo. Lasciano quindi presagire che la situazione migliorerà quando non appena riapriranno più Stati e quando verranno effettuati più test.

Prospettive tecniche EUR/USD

EUR/USD
Prospettive tecniche EUR/USD

Sul grafico a quattro ore, la coppia EUR/USD è salita a un massimo di 1,0852 dal minimo intraday di 1,0767. Il prezzo è lungo il livello di ritracciamento del 23,6% ed è di pochi pip sopra la EMA a 100 giorni e a 50 giorni. Mi aspetto che la coppia si muova più in basso e possibilmente ritesti il minimo giornaliero di 1,0767, dato che i bears sembrano avere il controllo. Dal lato opposto, una mossa sopra l’EMA a 100 giorni e 50 giorni ci sarà un secondo tentativo di test del livello di ritracciamento del 38,2% di 1,0960.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro