Intu Properties nomina KPMG come amministratore se non raggiunge un accordo di sospensione del debito con i creditori

Scritto da: Wajeeh Khan
Giugno 23, 2020
  • Intu Properties è attualmente alla ricerca di un accordo di sospensione del debito con i suoi creditori.
  • L'operatore può entrare in amministrazione controllata se non riesce a raggiungere un accordo entro venerdì.
  • Il fondo d'investimento immobiliare ha nominato KPMG nel ruolo di amministratore.

Martedì, Intu Properties (LON: INTU) ha riferito che potrebbe essere costretta a chiudere alcuni dei centri commerciali più popolari del Regno Unito, dato che la pandemia del Coronavirus continua a gravare sulle sue prestazioni. Il fondo di investimento immobiliare si è rivolto ai suoi creditori per un accordo di sospensione del debito. In caso di mancato raggiungimento di un accordo prima della scadenza di venerdì, la società ha detto che potrebbe entrare in amministrazione controllata da parte di KPMG.

Le azioni della società sono attualmente in aumento di circa il 5% nella giornata di martedì. A 4,7 pence per azione, Intu Properties è in calo di oltre l’85% rispetto all’anno scorso sul mercato azionario. Per saperne di più sull’analisi finanziaria di una società.

Intu ha riportato una perdita netta annua di 2 miliardi di sterline nell’anno fiscale 2019

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Intu è l’attuale proprietario di importanti proprietà nel Regno Unito e in Spagna, tra cui Lakeside nell’Essex e Trafford Centre a Manchester. In un recente rapporto, Intu Properties ha riportato oltre 2 miliardi di sterline di perdita netta annua nell’anno fiscale 2019 e un debito netto di 4,69 miliardi di sterline.

Prevedendo un impatto massiccio del COVID-19 sulla sua performance finanziaria, Intu aveva avvertito a marzo che il suo futuro sarebbe stato incerto nei mesi seguenti se non avesse ricevuto finanziamenti sufficienti. All’epoca, il governo britannico non aveva ancora annunciato un lockdown su scala nazionale per ridurre al minimo la rapida diffusione del nuovo virus ìche finora ha contagiato oltre 300.000 persone nel Regno Unito e causato più di 42.500 morti.

Con l’approssimarsi della scadenza di restituzione dei debiti, Intu sta attualmente trattando con i suoi creditori una sospensione del debito. I colloqui, secondo la società con sede a Londra, sono iniziati a maggio con importanti punti di discussione, tra cui la durata dello status quo e la misura in cui i suoi creditori contribuiranno al futuro recupero e al finanziamento.

Intu ha negato l’offerta di Hammerson di 3,4 miliardi di sterline nel 2018

In un precedente rapporto di giugno, Sky News ha rivelato che KPMG era alla ricerca di nuovi finanziamenti per un totale di 12 milioni di sterline per salvare dalla chiusura alcuni dei più noti centri commerciali Intu. Il suo concorrente, Hammerson, si era mostrato interessato ad acquistare Intu nel 2018 per 3,4 miliardi di sterline.

Secondo Consultancy CBRE, la crisi sanitaria in corso negli ultimi mesi ha pesato sul valore delle proprietà al dettaglio, con un conseguente aumento dei rendimenti dei centri commerciali britannici dal 4,5% del 2016 al 6,5%. I rendimenti delle strade principali, invece, sono aumentati dal 4% nel 2018 al 5,75%.

In questo mometno, il valore di Intu Properties è di 62,39 milioni di sterline.