Il prezzo dell’argento crolla, mentre emergono nuovi rischi per la crescita globale

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Giu 24, 2020
  • Prezzo dell'argento cala e gli investitori temono per l'aumento dei casi di Coronavirus negli USA.
  • L'argento è quotato a 17,62 dollari, che è inferiore al massimo di questo mese di 18,38 dollari.
  • Anche altri metalli sono più bassi, con oro, nichel, zinco e platino che crollano.

Il prezzo dell’argento è sceso di oltre il 2,2% in quanto gli investitori hanno reagito ai rischi crescenti di una seconda ondata di Coronavirus e alla guerra commerciale in corso tra gli Stati Uniti e l’Europa. Il prezzo è quotato a 17,53 dollari, che è inferiore al massimo di giugno di 18,38 dollari. Nel frattempo, il prezzo dell’oro è salito a un massimo di sette anni a 1780 dollari, mentre il rame è salito dello 0,35%.

Silver price falls
Prezzo dell’argento scende

Casi di coronavirus negli Stati Uniti

Il prezzo dell’argento è sceso in parte a causa del numero crescente di casi di Coronavirus negli Stati Uniti. Secondo i funzionari della sanità, il numero di casi nel Paese è salito di oltre 36.000 il lunedì, il numero più alto dal 1° maggio.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Anche gli Stati Uniti stanno riportando numeri sconcertanti. Ad esempio, la California ha segnalato più di 5000 nuovi casi, mentre la Florida ne ha segnalati più di 3289. In Arizona, dove Trump ha tenuto un rally ieri, il numero di casi è aumentato di oltre 3.500.

Questi numeri significano che gli Stati Uniti non hanno ancora contenuto la malattia. Per questo motivo, vi è un rischio crescente che diversi Stati emettano nuovi ordini di lockdown. Un altro rischio è che gli Stati Uniti vengano lasciati indietro da altri Paesi in Europa e in Asia. Ad esempio, l’UE ha detto che impedirà ai viaggiatori americani di recarsi nella regione quando aprirà le frontiere.

L’argento tende a reagire a questi problemi perché, a differenza dell’oro, è un metallo industriale. La maggior parte dell’argento estratto viene venduto ad aziende che producono gioielli e argenteria, e solo una piccola parte di esso viene acquistata da investitori e banche centrali. Ad esempio, il più grande ETF d’argento è iShares Silver Trust, che ha un patrimonio di circa 9 miliardi di dollari. D’altra parte, il più grande ETF in oro ha più di 42 miliardi di dollari in asset.

Anche il prezzo dell’argento è diminuito in linea con gli altri asset. Il Dow Jones è in ribasso di oltre 222 punti, mentre l’S&P 500 è in ribasso di 18 punti.

Guerra commerciale tra Europa e America

Ieri, il prezzo dell’oro e dell’argento ha fatto un balzo in avanti, mentre i trader riflettevano sui numeri di PMI del manifatturiero e dei servizi in crescita provenienti dall’Australia, dall’Europa e dagli Stati Uniti. Questi numeri hanno mostrato che l’economia globale sta mettendo in scena una graduale ripresa con la riapertura di altri Paesi.

Oggi, oltre all’aumento dei casi di Coronavirus, il prezzo dell’argento sta reagendo alle tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e gli Stati Uniti. Secondo Bloomberg, gli Stati Uniti stanno imponendo nuove tariffe da Francia, Germania e Spagna, per un valore di oltre 3,1 miliardi di dollari. Le nuove tariffe si applicheranno a beni come olive, gin e camion. Alcune di queste tariffe aumenteranno fino al 100%.

Le nuove tariffe sono in linea con una decisione dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) emessa l’anno scorso. La sentenza ha dato agli Stati Uniti il sopravvento sull’imposizione di tariffe sulle merci europee a causa dei sussidi illegali ad Airbus. Lo sono anche a causa dei piani in corso da parte dell’Europa di imporre tasse ai giganti tecnologici americani.

Queste tariffe sono importanti per il prezzo dell’argento perché ostacolano il commercio tra le due parti e così facendo, la domanda di prodotti in argento può diminuire.

Aspetto positivo per i prezzi dell’argento

Si spera che l’attuale calo del prezzo dell’argento non duri a lungo. Gli analisti si aspettano che il prezzo continui a salire, anche se gradualmente. In una nota pubblicata venerdì, gli analisti di Goldman Sachs hanno affermato che il prezzo raggiungerà i 19 dollari quest’anno, 21 dollari nel 2020 e 22 dollari nel 2021. Non sono soli. In un recente rapporto, gli analisti della Bank of America hanno detto che il prezzo dell’argento raggiungerà i 20 dollari quest’anno.

Un’altra speranza è che l’aumento della spesa infrastrutturale in tutto il mondo porti a una maggiore domanda. Con le banche centrali che fatturano miliardi di dollari, gli analisti ritengono che una parte dei fondi andrà all’argento e ai metalli di base. Ad esempio, gli analisti ritengono che la domanda di argento aumenterà man mano che un maggior numero di Paesi investirà nel 5G.

Analisi tecnica del prezzo dell’argento

Silver Price
Prospettiva tecnica del prezzo dell’argento

Il grafico settimanale sopra riportato mostra che il prezzo dell’argento è alla sua terza settimana consecutiva di guadagni. Il prezzo è superiore alle medie mobili esponenziali a 50 e 100 giorni. L’RSI si sta muovendo lateralmente. Inoltre, il prezzo sembra formare un modello di pennant rialzista. Ciò significa che il prezzo può continuare a salire mentre i ribassisti mirano all’importante resistenza a 19.00. Dal lato opposto, una mossa al di sotto di 17 invaliderà questa previsione. Questo è un importante livello così come il livello più basso del 15 giugno.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro