USD/CAD crolla a un nuovo minimo dopo i deludenti dati NFP USA

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Dic 4, 2020
  • L'USD/CAD è sceso al minimo pluriennale a causa del persistere della debolezza del dollaro.
  • La coppia è scesa in parte a causa dei prezzi più elevati del petrolio greggio.
  • È diminuito anche dopo i dati sui salari non agricoli statunitensi e il tasso di occupazione in Canada.

L’USD/CAD è crollato al livello più basso dall’ottobre 2018 poiché i prezzi del petrolio greggio e i numeri sull’occupazione hanno aumentato l’interesse sul dollaro canadese. La coppia è anche sulla buona strada per la terza perdita settimanale consecutiva mentre il sell-off del dollaro accelera.

USD/CAD
USD/CAD cala dopo la debolezza dei dati sui salari non agricoli

Il rialzo del petrolio aumenta l’interesse per il dollaro canadese

Essendo il quinto più grande produttore di petrolio greggio al mondo, il dollaro canadese tende a essere influenzato dal movimento dei prezzi del petrolio. In effetti, il loonie è sceso al livello più basso dal 2016 quando i prezzi del petrolio sono diventati negativi.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Oggi, l’USD/CAD sta scendendo poiché gli investitori forex reagiscono all’aumento dei prezzi del petrolio. Il prezzo del Brent è di soli 35 centesimi sotto i 50$ mentre il West Texas Intermediate (WTI) è salito a 46,25$. In totale, i due benchmark sono aumentati di oltre il 200% dal loro minimo da inizio anno.

Il prezzo è in aumento oggi dopo che l’OPEC e i suoi dieci alleati hanno raggiunto un accordo per aumentare la produzione di 500.000 barili a gennaio. Questo aumento è inferiore a quello che proponevano nazioni come gli Emirati Arabi Uniti (EAU). Inoltre, il vaccino Covid ha rafforzato la convinzione che la domanda si riprenderà nel prossimo anno.

Dati sul lavoro negli Stati Uniti e in Canada

L’USD/CAD è in calo anche a causa degli importanti dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti e in Canada. In una dichiarazione, il Bureau of Labor Statistics (BLS) degli Stati Uniti ha affermato che l’economia americana ha aggiunto più di 245.000 posti di lavoro a novembre. Questo è stato inferiore all’aumento di 638.000 del mese precedente ed era principalmente a causa dei lockdown emanati da diversi Stati. Gli economisti si aspettavano che l’economia aggiungesse 469.000 posti di lavoro.

Allo stesso tempo, il tasso di disoccupazione è sceso leggermente al 6,7% mentre i salari sono aumentati del 4,4%. Anche il tasso di partecipazione è salito al 62%.

Nel frattempo, in Canada, i dati hanno mostrato che il Paese ha aggiunto più di 62.000 posti di lavoro a novembre. Si è trattato di un aumento minore rispetto all’aumento di 83.000 del mese precedente. Il tasso di disoccupazione è sceso all’8,5% mentre il tasso di partecipazione è sceso al 65,1%.

Tuttavia, milioni di persone nei due Paesi sono senza lavoro e gli analisti ritengono che la situazione rimarrà tale per anni.

Prospettive tecniche USD/CAD

Grafico tecnico USD/CAD

Sul grafico a quattro ore, vediamo che la coppia USD/CAD ha fatto un importante breakout ribassista questa settimana, quando si è spostata al di sotto del minimo del 9 novembre di 1,2924. Oggi, la coppia è quotata a 1,2862, il minimo dal 2018.

La tendenza al ribasso è supportata dalle medie mobili dei minimi quadrati a 50 e 25 giorni e dalla linea di tendenza discendente mostrata in giallo. Anche l’indice direzionale medio (ADX) è salito a 44. Pertanto, la coppia probabilmente continuerà a scendere, con il prossimo supporto a 1,2800.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro