Uber annuncia uno stimolo una tantum di £182 milioni per i suoi driver

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Apr 8, 2021
  • Uber annuncia uno stimolo una tantum di £182 milioni per far tornare i driver.
  • La compagnia di ride-hailing effettuerà i pagamenti nei prossimi mesi.
  • Uber vuole rettificare l'EBITDA redditizio entro la fine dell'anno in corso.

Uber Technologies Inc. (NYSE: UBER) ha annunciato mercoledì uno stimolo una tantum del valore di 182 milioni di sterline, una mossa che si prevede aiuterà per la prima volta a reclutare nuovi driver e a riportare quelli già esistenti sulla strada. L’annuncio della compagnia di ride-hailing arriva in questo momento in cui gli Stati iniziano a lanciare vaccini e ad alleggerire le restrizioni relative al COVID-19.

Le azioni Uber hanno aperto martedì a £42,17 in borsa e hanno chiuso la sessione regolare al ribasso a £41,43 per azione. La società quotata al NYSE è stata scambiata mercoledì a un prezzo per azione di £41,57 nelle negoziazioni after-hours.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

In confronto, Uber aveva iniziato l’anno 2021 a un prezzo molto inferiore pari a £37,24 per azione, dopo aver recuperato da £15,53 per azione nel marzo 2020, quando l’impatto dell’emergenza sanitaria era al suo apice.

I pagamenti verranno effettuati nei prossimi mesi

Secondo il portavoce di Uber, i pagamenti verranno effettuati in diversi tipi di incentivi nei prossimi mesi. Ad esempio, i conducenti di Austin dovranno completare 115 viaggi per ricevere £801. I conducenti di Phoenix, d’altra parte, dovranno fare 200 viaggi per ricevere £1.293.

La società con sede a San Francisco è fiduciosa che la domanda alla fine aumenterà in tutto il Paese dopo un massiccio colpo dalla pandemia di Coronavirus che ha finora infettato più di 31 milioni di persone negli Stati Uniti e causato oltre mezzo milione di morti.

In notizie separate, la società tedesca di diagnostica molecolare, Qiagen, ha introdotto mercoledì un nuovo prodotto per sequenziare in modo efficiente i genomi e identificare le nuove varianti del Coronavirus.

Uber vuole diventare redditizia entro la fine dell’anno

Guadagni più elevati, ha aggiunto, diminuiranno una volta che altri conducenti inizieranno a partecipare al programma. Uber ha dichiarato:

“Vogliamo che i conducenti traggano vantaggio da guadagni più elevati ora perché questa è probabilmente una situazione temporanea. Mentre la ripresa continua, ci aspettiamo che più conducenti si mettano in viaggio, il che significa che nel tempo i guadagni torneranno ai livelli pre-COVID”.

Uber si era precedentemente impegnata a diventare redditizio su base EBITDA (rettificato) entro la fine dell’anno in corso. Nel quarto trimestre fiscale, la società tecnologica americana ha registrato un fatturato di 2,29 miliardi di sterline che è sceso al di sotto delle stime degli analisti.

Lo scorso anno, Uber Technologies Inc. si è comportata in modo ampiamente ottimista sul mercato azionario con un guadagno annuo vicino al 65%. Al momento, la società di ride-hailing con sede a San Francisco ha una capitalizzazione di mercato di circa 77 miliardi di sterline.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro