EUR/USD verso il secondo guadagno settimanale; rialzisti puntano a 1,2035

Scritto da: Crispus Nyaga
Aprile 16, 2021
  • La coppia EUR/USD è aumentata nelle ultime due settimane consecutive.
  • È aumentata in una settimana che ha visto forti vendite al dettaglio USA e dati sul CPI.
  • Gli analisti ritengono che questi dati siano temporanei.

La coppia EUR/USD è sulla buona strada per il secondo guadagno settimanale dato che i trader forex riflettono sulla recente inflazione al consumo negli Stati Uniti e sui numeri delle vendite al dettaglio. Viene scambiata a 1,1955, leggermente al di sotto del massimo settimanale di 1,1993.

Azione di prezzo EUR/USD

Crescita statunitense alimentata dallo stimolo

Questa settimana è stata relativamente forte per gli Stati Uniti. Il governo ha continuato la sua campagna di vaccinazioni anche dopo gli errori di Johnson & Johnson.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

I dati pubblicati dal Paese hanno rivelato che il pacchetto di stimoli da $1,9 trilioni ha avuto un impatto immediato sull’economia. Insieme all’aumento dei prezzi della benzina, ha spinto i prezzi al consumo al 2,6% a marzo, il livello più alto da anni. Anche il CPI core è salito leggermente all’1,6%.

Giovedì, il Paese ha anche pubblicato ottimi dati sulle vendite al dettaglio. I dati hanno rivelato che le vendite al dettaglio negli Stati Uniti è aumentato del 9,8% a marzo e del 28,6% su base annua. Questi erano numeri migliori del previsto 5,9% e 15%. Le vendite al dettaglio principali sono aumentate dell’8,4% a marzo dopo essere diminuite del 2,5% nel mese precedente.

Ulteriori dati hanno rivelato che le richieste iniziali di disoccupazione sono diminuite di 576.000 la scorsa settimana. Questa è stata la cifra più bassa dall’inizio della pandemia. Nel frattempo, anche il settore manifatturiero di New York e Philadelphia è cresciuto.

Pertanto, la coppia EUR/USD è aumentata principalmente perché il mercato non è convinto che questa crescita durerà. Inoltre, nei prossimi mesi, gli impatti dello stimolo inizieranno a svanire. Questo caso è rafforzato dall’andamento del mercato obbligazionario, dove il rendimento a 10 anni è sceso all’1,535%. Questo è stato inferiore al massimo da inizio anno dell’1,76%. Allo stesso modo, il rendimento a 30 anni è sceso al 2,270%.

Più tardi oggi, la coppia EUR/USD reagirà agli ultimi dati del CPI dell’UE. Sulla base dei numeri preliminari pubblicati all’inizio di questo mese, gli analisti si aspettano che i dati mostrino che il CPI complessivo è balzato dallo 0,9% di febbraio all’1,3% di marzo.

Analisi tecnica EUR/USD

EUR/USD
Grafico tecnico EUR/USD

Uno sguardo al grafico a quattro ore mostra una cosa importante. La coppia è salita a 1,1990, dove aveva trovato una resistenza sostanziale l’11 e il 18 marzo. La coppia ha formato quello che sembra un pattern cup and handle. Pertanto, questo ritiro è in parte dovuto alla sezione della maniglia. Inoltre, questo sta accadendo al livello di ritracciamento di Fibonacci del 50%. Pertanto, la coppia potrebbe riprendere la tendenza al rialzo poiché i rialzisti puntano al livello di ritracciamento del 61,8% a 1,2035.