L’utile ante imposte di Barclays sale a £2,40 miliardi nel Q1

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Apr 30, 2021
  • L'utile ante imposte di Barclays sale a £2,40 miliardi nel Q1.
  • Le spese di svalutazione della banca d'affari scendono drasticamente a £55 milioni.
  • Barclays ha accumulato 0,75 pence per azione di dividendo ordinario nel Q1.

Barclays plc (LON BARC) ha dichiarato venerdì di aver ottenuto risultati migliori del previsto nel primo trimestre poiché le spese di svalutazione hanno registrato un forte calo.

Venerdì, le azioni Barclays sono scese di poco meno del 5% nel trading pre-mercato. Compresa l’azione dei prezzi, il titolo sta ora scambiando a 178 pence per azione. In confronto, aveva iniziato l’anno a un prezzo per azione di 144 pence dopo essere risalito da un minimo di 80 pence per azione nella prima settimana di aprile 2020.

Le svalutazioni di Barclays scendono drasticamente a £55 milioni

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Barclays ha registrato un utile ante imposte di 2,40 miliardi di sterline nel primo trimestre. Nello stesso trimestre dell’anno scorso, il suo utile ante imposte è stato limitato a 656,31 milioni di sterline. Gli analisti, d’altra parte, avevano previsto 1,27 miliardi di sterline di utile ante imposte per la banca d’investimento nell’ultimo trimestre.

La multinazionale britannica ha valutato la svalutazione nel primo trimestre di 55 milioni di sterline, rispetto a 1,52 miliardi di sterline dello scorso anno. Gli esperti avevano invece previsto 361,58 milioni di sterline di accantonamenti.

Secondo Barclays, il suo utile netto nel primo trimestre è stato di 1,22 miliardi di sterline rispetto alla cifra di 434,90 milioni di sterline di un anno fa. L’utile netto da interessi è sceso del 21% nel Q1, determinando un calo del 6% sui ricavi trimestrali. Nel suo precedente rapporto pubblicato a febbraio, Barclays ha registrato un calo del 38% dell’utile netto nel 2020.

Barclays ha ribadito venerdì la sua guida a medio termine. La società di servizi finanziari prevede costi più elevati per quest’anno ma oneri di svalutazione significativamente inferiori. È probabile che anche il livello di accantonamento per riduzione di valore, ha aggiunto, si riduca.

Barclays ha maturato 0,75 pence per azione di dividendo ordinario

La società quotata a Londra ha maturato 0,75 pence per azione di dividendo ordinario nel primo trimestre. Tuttavia, ha raccomandato agli investitori di non tradurlo come guida per la distribuzione del capitale in futuro.

Richard Hunter di Interactive Investor ha commentato l’aggiornamento finanziario di Barclay venerdì e ha dichiarato:

“In termini di trading effettivo, i ricavi sono diminuiti e i costi sono aumentati, con l’inevitabile effetto di un peggioramento del rapporto costi/ricavi, fino al 61% rispetto al 52% dell’anno precedente. Questi fattori hanno portato ad una certa delusione degli investitori nell’early trading”.

Il rapporto di Barclays arriva il giorno dopo che il peer NatWest ha anche pubblicato risultati trimestrali che battono il mercato.

Lo scorso anno Barclays ha registrato un andamento piuttosto negativo sul mercato azionario, con un calo annuo prossimo al 20%. Al momento, l’azienda con sede a Londra ha una capitalizzazione di mercato di 30,29 miliardi di sterline e un rapporto prezzo/utili di 20,63.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro