Il mercato automobilistico globale perderà $110 miliardi a causa della carenza di chip

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Mag 14, 2021
Updated: Mag 17, 2021
  • AlixPartners prevede un calo di 3,9 milioni di veicoli nel 2021 a causa della carenza di chip.
  • L'amministrazione Biden ha stanziato $50 miliardi per l'industria dei semiconduttori statunitense.
  • È probabile che l'industria automobilistica globale subirà un duro colpo a causa della scarsa offerta nel Q2.

Nel suo rapporto di venerdì, AlixPartners (società di consulenza) ha affermato che l’industria automobilistica globale dovrebbe incassare un totale di $110 miliardi (£78 miliardi) quest’anno a causa della carenza di chip semiconduttori.

In precedenza, a gennaio, la società con sede a New York aveva previsto un calo delle entrate decisamente inferiore, pari a $60,6 miliardi, quando la carenza aveva iniziato a spingere le case automobilistiche a ridurre la produzione. Questo aumento dell’81,5% nelle previsioni, secondo Mark Wakefield di AlixPartners, è attribuito a diversi fattori, tra cui interruzioni della supply chain legate alle condizioni meteorologiche e un incendio che ha recentemente colpito Renesas Electronics (fornitore di chip).

Biden ha stanziato $50 miliardi per l’industria dei semiconduttori statunitense

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Le previsioni di gennaio prevedevano che la produzione globale sarebbe stata ridotta di 2,2 milioni di veicoli a causa della carenza di chip. La stima aggiornata, tuttavia, vede una perdita di 3,9 milioni di veicoli nel 2021. Il vincolo dell’offerta ha spinto l’amministrazione Biden a stanziare $50 miliardi rispetto alla proposta di uno stimolo da $2 trilioni per l’industria dei semiconduttori statunitense.

In annunci recenti, Ford Motor e General Motors hanno stimato rispettivamente un profitto di $2,5 miliardi e $1,5 miliardi per i guadagni dell’intero anno a causa della carenza di chip. In un’intervista con la CNBC, Dan Hearsch di Alix Partners ha dichiarato:

“Oggi ci sono fino a 1.400 chip in un veicolo comune e quel numero aumenterà mentre l’industria continua la sua marcia verso veicoli elettrici, veicoli sempre più connessi e, infine, veicoli autonomi. Quindi, questo è davvero un problema critico per il settore”.

La carenza di chip è stata causata dalla crisi COVID-19

Hearsch prevede che l’industria automobilistica globale subirà il colpo più duro nel secondo trimestre. È improbabile che il vincolo dell’offerta svanisca completamente nel 2022, ha aggiunto. Tuttavia, le case automobilistiche avranno ancora chip sufficienti a loro disposizione per quel momento per produrre il numero desiderato di veicoli.

La carenza di chip ha avuto origine a causa della pandemia di Coronavirus che ha spinto le case automobilistiche a chiudere temporaneamente i loro impianti di produzione. Con il calo della domanda dell’industria automobilistica globale, i fornitori di chip hanno guadagnato affari dall’elettronica di consumo e da altri settori che difficilmente avrebbero dovuto affrontare un duro colpo a causa dell’emergenza sanitaria. Secondo Hearsch:

“La massima priorità per le case automobilistiche al momento è mitigare gli effetti a breve termine di questa interruzione il meglio che possono, il che può includere la gestione delle aspettative (investitori e istituti di credito) e la rinegoziazione dei contratti”.

In notizie correlate, il produttore di chip Kneron ha affermato di voler acquisire il produttore di elaboratori di segnali di immagine Vatics.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro