Ecco perché Ferrari ha scelto un veterano dell’elettronica come nuovo CEO

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 9, 2021
  • Mercoledì, Ferrari ha nominato Benedetto Vigna come suo prossimo amministratore delegato.
  • Il pioniere dell'elettronica prenderà il timone il 1° settembre.
  • L'ex amministratore delegato della Ferrari si è dimesso a dicembre per motivi personali.

Mercoledì, Ferrari ha nominato Benedetto Vigna come suo prossimo amministratore delegato. Il pioniere dell’elettronica prenderà il timone il 1° settembre e condurrà l’azienda mentre il mondo si muove verso i veicoli elettrici. Commentando la nomina di Vigna, il presidente del produttore italiano di auto sportive di lusso, John Elkann, ha dichiarato:

“La sua profonda conoscenza delle tecnologie che guidano gran parte del cambiamento della nostra industria, le sue comprovate capacità di innovazione, l’approccio imprenditoriale e la sua leadership rafforzeranno ulteriormente Ferrari scrivendo nuovi capitoli della nostra storia irripetibile di passione e performance nell’era entusiasmante che ci attende”.

Vigna è attualmente con STMicroelectronics

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Vigna è attualmente a capo del gruppo sensori di STMicroelectronics. L’ex amministratore delegato della Ferrari, Louis Camilleri, ha combattuto contro il Coronavirus l’anno scorso e ha annunciato le sue dimissioni a dicembre adducendo motivi personali.

Il gruppo che Vigna guida alla STMicroelectronics genera entrate simili a quelle di Ferrari. È stata la divisione operativa più redditizia per la multinazionale italo-francese lo scorso anno. Secondo il Financial Times, faceva parte del team che ha inventato i giroscopi a tre assi nel 2010 che sono ampiamente utilizzati su uno smartphone e cambiano il rapporto dello schermo quando vengono ruotati.

Nella sua dichiarazione di mercoledì, Vigna ha commentato:

“È un onore straordinario entrare a far parte della Ferrari come Amministratore Delegato e lo faccio in egual misura con entusiasmo e responsabilità. Entusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere. E con un profondo senso di responsabilità nei confronti degli straordinari risultati e delle capacità degli uomini e delle donne di Ferrari, di tutti gli stakeholder della Società e di coloro che, in tutto il mondo, provano per Ferrari una passione unica”.

Vigna non ha esperienza di lavoro per un’azienda automobilistica

L’annuncio, tuttavia, è stato una sorpresa per molti poiché Vigna non ha esperienza di lavoro per una casa automobilistica e per un marchio di lusso. Tuttavia, ha ricoperto posizioni di vertice in alcune delle aziende tecnologiche più rinomate al mondo. L’analista Philippe Houchois di Jefferies ha dichiarato mercoledì:

“La nomina è altamente inaspettata e, a nostro avviso, riflette la necessità di reinventare Ferrari e la difficoltà di assicurarsi candidati disposti ad assumersi l’incarico”.

La casa madre della Ferrari Exor NV (BIT: EXO) ha raggiunto un massimo intraday di 62,30 sterline per azione mercoledì, ma ha chiuso la sessione regolare a 61,37 sterline per azione. Al momento, la holding con sede ad Amsterdam ha una capitalizzazione di mercato di 14,79 miliardi di sterline e un rapporto prezzo/utili di 31,05.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro