Previsioni Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq dopo i guadagni della scorsa settimana

By: Stanko Iliev
Stanko Iliev
Stanko si dedica a fornire agli investitori informazioni rilevanti che possono utilizzare per prendere decisioni di investimento. Ama la… read more.
on Ott 17, 2021
  • L'S&P 500 è aumentato dell'1,8%, il Dow ha guadagnato l'1,6% e il Nasdaq ha guadagnato il 2,18%.
  • Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate dello 0,7% a settembre
  • I segnali di impatto delle interruzioni della catena di approvvigionamento sono al centro dell'attenzione.

I tre principali indici di Wall Street hanno chiuso in netto rialzo venerdì, poiché le vendite al dettaglio di settembre sono aumentate inaspettatamente e molte società hanno registrato forti guadagni. Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate dello 0,7% a settembre rispetto alla stima degli economisti di -0,2%, mentre i forti rapporti sugli utili societari statunitensi hanno alimentato l’ottimismo sull’economia.

È anche importante dire che le richieste di disoccupazione iniziali per la settimana terminata l’8 ottobre sono scese a 293 mila, e il ritmo di ripresa è probabilmente sufficiente per i funzionari della Fed per seguire i piani per annunciare il tapering alla riunione del FOMC di novembre.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

I risultati delle grandi istituzioni finanziarie hanno fornito un buon inizio agli utili statunitensi del terzo trimestre e Goldman Sachs ha completato una settimana di forti guadagni trimestrali per le grandi banche. La qualità del credito continua a migliorare; tuttavia, i problemi della catena di approvvigionamento globale rappresentano un serio problema per l’economia.

Gli investitori continueranno a osservare attentamente i segnali di impatto delle interruzioni della catena di approvvigionamento e dei costi più elevati, in particolare per l’energia, ma secondo le stime, gli utili dell’S&P 500 del terzo trimestre dovrebbero mostrare un aumento del 32% rispetto a un anno fa. Peter Tuz, presidente di Chase Investment Counsel a Charlottesville, Virginia, ha aggiunto:

Stiamo iniziando a entrare in un rally guidato dagli utili che spero duri. Vedremo davvero i risultati nelle prossime due settimane, quando un gran numero di aziende in tutti i settori farà rapporto.

La prossima settimana, Johnson & Johnson, United Airlines Holdings, Procter & Gamble, Verizon Communications, American Express e Intel sono tra le società in cui è prevista la pubblicazione dei risultati trimestrali.

Anche i tre principali indici di Wall Street hanno chiuso in rialzo su base settimanale e continuano a essere scambiati in un mercato rialzista. L’indice S&P 500 è salito dell’1,8%; il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato l’1,6%, mentre il Nasdaq Composite Index ha guadagnato il 2,18% e ha chiuso a 14.897 punti.

S&P 500 in rialzo dell’1,8% su base settimanale

Per la settimana, S&P 500 (SPX) ha registrato un aumento dello 0,51% e ha chiuso a 4.471 punti.

Fonte dati: tradingview.com

S&P 500 continua a essere scambiato in una zona di acquisto; ancora, se il prezzo scende sotto i 4.300 punti, sarebbe un segnale di “vendita”, e abbiamo la strada aperta per 4.200 punti.

DJIA in aumento dell’1,6% su base settimanale

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è avanzato dell’1,6% per la settimana e ha chiuso a 35.294 punti.

Fonte dati: tradingview.com

L’attuale livello di resistenza è pari a 35.500 punti e se il prezzo supera questo livello, abbiamo la strada aperta per una forte resistenza a 36.000 punti. D’altra parte, se il prezzo scendesse al di sotto di 34.000 punti, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno a 33.500 punti.

Nasdaq Composite in rialzo del 2,18% su base settimanale

Per la settimana, il Nasdaq Composite (COMP) ha registrato un aumento del 2,18% e ha chiuso a 14.897 punti.

Fonte dati: tradingview.com

Se il prezzo superasse i 15.000 punti, sarebbe una conferma rialzista per questo indice. Il forte livello di supporto si trova a 14.000 punti e se il prezzo scende al di sotto di questo livello, sarebbe un forte segnale di “vendita”.

In sintesi

Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq hanno chiuso in rialzo la scorsa settimana poiché le vendite al dettaglio di settembre sono aumentate inaspettatamente e molte società hanno riportato forti guadagni. I risultati delle grandi istituzioni finanziarie hanno fornito un forte inizio agli utili statunitensi del terzo trimestre, ma gli investitori continueranno a osservare attentamente i segnali di impatto delle interruzioni della catena di approvvigionamento.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro