Rublo russo al massimo di 7 anni: fallimento delle sanzioni occidentali

Di:
su Giu 28, 2022
  • Il rublo inizialmente è sceso del 40% in seguito all'invasione e alle sanzioni ucraine, ma è rimbalzato.
  • Il rublo così forte che la Banca centrale russa cerca di indebolirlo, temendo influisca sulle esportazioni.
  • La forza del Rublo è falsa, ma evidenzia ancora il fallimento delle sanzioni occidentali, secondo Dan Ashmore.

Non è un segreto che il dollaro sia stato estremamente forte rispetto ad altre valute, come ho scritto qui, mentre ero in vacanza in Ecuador la scorsa settimana (e me ne sono accorto dato che usano il USD). Il dollaro potrebbe essere schiacciato rispetto ai beni reali e alle materie prime mentre l’inflazione cresce, ma rispetto ad altre valute legali è stato molto forte.

L’indice del dollaro (DXY), che misura il dollaro rispetto a un paniere di valute estere, quest’anno è salito del 9%.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

In questo contesto di un dollaro forte, quindi, è piuttosto sconcertante che il rublo russo ha raggiunto il massimo di sette anni contro il dollaro la scorsa settimana. Già, lo stesso rublo russo che doveva essere irriconoscibile a causa delle sanzioni economiche imposte dall’Occidente contro il Paese.

Torniamo a marzo, quando Joe Biden ha detto quanto segue:

Come risultato di queste sanzioni senza precedenti, il rublo crollerà quasi subito.

Presidente Joe Biden, 26 marzo 2022

Hmmm. Uno sguardo al grafico mostra che mentre il rublo inizialmente ha subito il peso maggiore delle sanzioni di Biden e co., da allora è rimbalzato in modo significativo. Con l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, il rublo è sceso del 46% in 12 giorni e 1 USD potrebbe farti guadagnare 139 rubli. Da allora, tuttavia, il rublo si è apprezzato enormemente, dove è ora, in crescita del 38% su base annua e scambiato a 54 rubli per dollaro.

Perché il rublo è così forte?

Ho valutato se il rublo valesse la pena andare allo scoperto qui il 29 aprile, quando veniva scambiato a 73 rubli per dollaro, oltre i livelli pre-invasione. Ho concluso che la manipolazione del rublo da parte di Putin era troppo forte, e quindi sarebbe stato troppo pericoloso fare shorting.

Credo che (la manipolazione di Putin) sia troppo proibitiva. Il più impattante di tutti è il tentativo di Putin di costringere i “paesi ostili”, compresi tutti gli stati all’interno dell’Unione Europea, a pagare il gas in rubli

Quanto sopra è esattamente quello che è successo. Mentre i prezzi del gas sono aumentati vertiginosamente, la Russia sta raccogliendo profitti da capogiro. È sia ironico che triste che la maggior parte di tutto questo provenga dall’UE, la regione che sta simultaneamente martellando la Russia con sanzioni.

Mentre l’Europa mira a ridurre questa dipendenza, la realtà economica è che un paese non può semplicemente interrompere le sue importazioni di petrolio dall’oggi al domani. Anche l’embargo petrolifero di maggio prevede esenzioni, come le importazioni consegnate tramite oleodotto, per la quale si sono battuti paesi senza sbocco sul mare che avevano fonti alternative minime (si pensi a Ungheria e Slovenia).

Ma questa riduzione delle importazioni richiede tempo, e anche se l’Occidente sta importando meno petrolio dalla Russia, i prezzi record significano che i profitti sono più alti di prima e le riserve estere della Russia mostrano saldi saldi.

Controlli e sanzioni sui capitali

Non è tutto a causa del petrolio.

Ancora più ironico è che le sanzioni stesse stanno aiutando qui. I russi non possono importare le stesse merci di prima a causa delle sanzioni, il che significa che vengono inviati meno rubli all’estero e il tasso di cambio è ulteriormente rafforzato.

Ma se ci pensi per un secondo, in qualche modo conferma il mio punto nello scorso articolo: questa forza del rublo è falsa e un tasso di cambio ingegnerizzato. Certo, il rublo è forte, ma chi lo scambia? I controlli sui capitali russi sono stati vigorosi dall’inizio dell’invasione e, sebbene ora vengano allentati poiché il rublo si è scrollato di dosso molte preoccupazioni e ha iniziato a rafforzarsi, ci sono ancora ostacoli significativi al commercio del rublo.

E se qualcuno non può commerciarlo liberamente, e se i russi non possono acquistare liberamente importazioni con questa moneta, allora che senso ha essere forte? Non è proprio vero, vero?

Considerazioni finali

Siamo ora nella fase in cui il rublo è così “forte” che la banca centrale russa sta attivamente cercando di indebolirlo, temendo che le esportazioni ne risentiranno negativamente. Dopo aver aumentato i tassi di interesse al 20% per contrastare l’impatto delle sanzioni, la Banca Centrale ha tagliato il tasso tre volte, ora all’11%.

L’idea era chiara: schiacciare violentemente l’economia russa… non ci sono riusciti. Ovviamente non è successo.

Il presidente Putin la scorsa settimana durante il Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Sebbene questa forza sia stata fabbricata, la citazione di Putin riportata sopra è comunque vera. I suoi controlli e le sue manipolazioni sono serviti a respingere le migliori intenzioni dell’Occidente di accumulare la valuta russa. Poiché l’Europa continua a fare acquisti in Russia per il petrolio, le loro sanzioni non avranno un peso serio.

La cosa più triste di tutte? L’Europa ha speso molto di più per l’energia russa, contribuendo a finanziare lo sforzo bellico, di quanto non abbia inviato in aiuto all’Ucraina. Non è un’esagerazione dire che l’approccio con queste sanzioni è stato un disastro.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money