USD/CHF: ecco perché il franco svizzero è crollato dopo la decisione della BNS

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Giu 17, 2021
  • La coppia USD/CHF è salita dopo l'ultima decisione sui tassi di interesse della BNS e della Fed.
  • Le due banche hanno lasciato invariato il tasso di interesse come previsto.
  • La BNS sembra accomodante mentre la Fed suggerisce un possibile rialzo dei tassi nel 2023.

La coppia USD/CHF è salita giovedì dopo l’ultima decisione sui tassi di interesse della Fed e della Banca nazionale svizzera (BNS). La coppia è salita a un massimo di più settimane di 0,9133, che era di oltre il 2,3% al di sopra del livello minimo di giugno.

Swiss franc
Grafico del franco svizzero

Decisione sui tassi di interesse della BNS

La BNS ha concluso la sua riunione di due giorni giovedì mattina e ha fatto ciò che la maggior parte degli analisti si aspettava. La banca ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse a -0,75%, dove erano stati negli ultimi mesi. La banca si è inoltre impegnata ad intervenire sul mercato quando necessario.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Come è stato detto negli ultimi mesi, la BNS ha insistito sul fatto che il franco svizzero è rimasto molto apprezzato rispetto a valute chiave come il dollaro USA, l’euro e la sterlina.

Nel frattempo, la banca prevede che l’inflazione continuerà a crescere entro la fine dell’anno a causa della forza dell’economia, dell’aumento dei prezzi delle materie prime e della forte domanda di prodotti legati al turismo. Si prevede che l’inflazione aumenterà dello 0,4% e dello 0,6% nel 2021 e nel 2023. Si prevede inoltre che l’economia svizzera aumenterà del 3,5% quest’anno. Ciò è in linea con le recenti stime della SECO sul PIL svizzero. La banca ha evidenziato:

“La revisione al rialzo è principalmente attribuibile al calo del PIL inferiore alle attese nel primo trimestre. Il PIL svizzero dovrebbe tornare ai livelli pre-crisi entro la metà dell’anno. Tuttavia, la capacità produttiva rimarrà sottoutilizzata ancora per qualche tempo”.

La dichiarazione accomodante della BNS è arrivata poche ore dopo che la Fed aveva emesso una decisione alquanto aggressiva. La banca ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse e le politiche di allentamento quantitativo. Tuttavia, per una volta, la banca ha lasciato intendere che il primo rialzo dei tassi arriverà nel 2023. Pertanto, gli analisti prevedono che inizierà a ridurre gli acquisti di asset nei prossimi mesi.

Analisi tecnica USD/CHF

USD/CHF
Grafico tecnico USD/CHF

Il grafico a quattro ore mostra che la coppia USD/CHF è spuntata dopo la decisione rigida della Fed sui tassi di interesse. In tal modo, la coppia si è spostata al di sopra dell’importante linea di tendenza discendente mostrata in blu. Anche le medie mobili esponenziali (EMA) a 50 e 25 giorni hanno creato un modello di crossover rialzista mentre il MACD ha continuato a salire. Pertanto, la coppia continuerà probabilmente a salire mentre i rialzisti prendono di mira la prossima resistenza chiave a 0,9200. Tuttavia, un calo al di sotto del supporto a 0,9050 invaliderebbe questa tendenza.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro