DXY: indice del dollaro USA in rialzo dell’1% a $92,90 – ING

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Giu 18, 2021
  • L'indice del dollaro USA è stato recentemente in una forte tendenza rialzista.
  • Il rally è attribuito alla decisione rigida della Fed.
  • L'indice probabilmente continuerà a salire secondo gli analisti di ING.

La forza dell’indice del dollaro USA (DXY) è aumentata venerdì poiché gli operatori sono rimasti ottimisti riguardo la situazione economica nazionale dopo la decisione della Fed. L’indice viene scambiato a $91,90, che è il livello più alto da aprile. È anche del 2,5% sopra il livello più basso di quest’anno.

Decisione della Fed

Il più grande driver per l’indice del dollaro questa settimana è stata la decisione sui tassi di interesse della Fed. La banca ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse tra lo 0% e lo 0,25% dove erano stati negli ultimi mesi. La banca ha anche deciso di continuare con il suo programma di acquisto di asset da 120 miliardi di dollari, che ha spinto il suo patrimonio totale a quasi 8 trilioni di dollari.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il DXY è salito a causa del tono rigido che la Fed ha adottato durante l’incontro. Nella dichiarazione, la Fed ha affermato che l’economia statunitense si sta riprendendo a un ritmo più rapido del previsto. Di conseguenza, prevede che i tassi di interesse inizieranno a salire nel 2023. Alcuni membri hanno anche indicato il primo aumento nel 2022. Pertanto, alcuni investitori hanno iniziato a scontare il tapering degli acquisti di asset.

La decisione arriva in un momento in cui l’economia statunitense sta andando relativamente bene. L’inflazione è salita al 5% mentre i prezzi al consumo di base sono saliti a oltre il 4%. Allo stesso tempo, il tasso di disoccupazione è sceso al minimo post-pandemia del 5,8%. I prezzi delle case sono aumentati mentre la produzione industriale e manifatturiera è aumentata.

Di conseguenza, l’indice del dollaro è aumentato perché la Fed aggressiva ha superato le altre banche centrali. La scorsa settimana, nella sua decisione sui tassi di interesse, la BCE ha affermato che manterrà ancora invariata la sua politica monetaria. Anche la Bank of Canada ha iniziato a ridurre gli acquisti di asset.

In una nota di oggi, gli analisti di ING hanno affermato che si aspettano che il DXY continuerà a salire nel breve termine. Hanno indicato:

“Dato che DXY è fortemente orientato verso i low yield europei, il trend rialzista a breve termine potrebbe dover continuare – inizialmente nell’area tecnica di 92,90 – cioè, circa l’1% in più rispetto ai livelli attuali”.

Previsioni tecniche sull’indice del dollaro

US dollar index
Grafico indice del dollaro USA

Il grafico giornaliero mostra che l’indice del dollaro ha avuto una tendenza relativamente rialzista ultimamente. Avanzando, si è spostato al di sopra della media mobile a 25 giorni e della nuvola di Ichimoku. Anche le due linee e l’istogramma del MACD si sono spostati al di sopra della linea neutra. Inoltre, si è spostato al di sopra del lato superiore del modello di canale ascendente. Pertanto, l’indice probabilmente continuerà a salire poiché i rialzisti prendono di mira la prossima resistenza chiave a $93.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro